Audi punta forte sulla Cina. Non (solo) sul mercato, ma soprattutto sull'hi-tech, nello specifico sulla connettività. Infatti è stato firmato a Shanghai accordo con i tre colossi cinesi di internet. Ovvero Alibaba per le vendite e servizi on line, Baidu quale motore di ricerca e Tencent per contenuti.  

La sinergia riguarda l'analisi dati, la piattaforma internet-veicoli e i trasporti intelligenti urbani del futuro.

Joachim Wedler, presidente Audi Cina, ha detto. «La Cina è diventata un mercato di punta per le tecnologie digitali e Baidu, Alibaba e Tencent sono forti innovatori. Siamo determinati a lavorare con loro sulle caratteristiche per l'auto connesse del futuro».

C'è un precedente virtuoso. Audi ha già  una collaborazione con Alibaba: l'integrazione in tempo reale dei dati sul traffico in Cina all'interno di Audi MMI ed è diventato il primo marchio ad offrire in quel mercato mappe 3D ad alta risoluzione.

Dal 2017, Audi lancerà invece Baidu Carlife in tutti i modelli della gamma venduta in Cina, per il trasferimento di tutte le app e i servizi Baidu tra dispositivi digitali dei clienti e le loro auto.

Con Tencent è in fase di sviluppo l'integrazione dei servizi MyCar WeChat con l'obiettivo iniziale di arrivare alla condivisione della posizione e di musica tra i clienti Audi all'interno della community composta da oltre 700 milioni di utenti attivi. Un mare magnum dove affermare il proprio prestigio.