La seconda generazione del pacchetto Safery Sense di Toyota è pronta. Arriverà nel 2018, a tre anni dall'esordio del sistema e sarà disponibile su tutti i modelli lanciati a partire da quell'anno in Nord America, Europa e Giappone. Sono Sono più di 5 milioni i veicoli dotati di Toyota Safety Sense. E in Europa il 92% della gamma venduta dal 2015 me dispone. Entro pochi mesi, la sicurezza delle auto giapponesi sarà garantita da un complesso di strumenti più efficienti.

A partire dall'unità di controllo più veloce. E da una telecamera e di un radar ad onde millimetriche più avanzati. Ai quali si affiancheranno la nuova generazione del Pre­Collision (PCS) e del rilevamento automatico di corsia (LTA), del cruise control adattativo, del rilevamento della segnaletica e degli abbaglianti automatici (AHB). 

Nello specifico a velocità comprese tra i 10 e i 180 km/h il nuovo Pre­Collision è in grado di rilevare i veicoli che precedono la vettura, riducendo il rischio di tamponamento. Può anche "leggere" potenziali collisioni con pedoni (sia di giorno che di notte) e ciclisti (di giorno).

Invece il nuovo rilevamento automatico di corsia (LTA) mantiene la vettura al centro della carreggiata, attivando lo sterzo durante l'utilizzo del cruise control adattivo. L'LTA è dotato anche di un nuovo avviso di superamento corsia (LDA), in grado di riconoscere il margine della strada anche quando in rettilineo non sono presenti linee di demarcazione. Quando devia dalla propria corsia, il sistema attiva un segnale di avviso e supporta il guidatore nel recupero della carreggiata.