La guida autonoma è già su strada. Mercedes dal 2016 effettua test su strade pubbliche in Nevada; Volvo ha recentemente consegnato alle prime due famiglie “laboratorio” le XC90 per monitorare l’impatto dell’autonomous drive nella vita quotidiana svedese. Nissan non resta a guardare, dando il via dal 5 marzo al progetto Easy Ride, servizio di mobilità robotizzato creato in collaborazione con DeNa, società giapponese specializzata nello sviluppo di software.

Il servizio Easy Ride si rivolge a chiunque desideri raggiungere la meta desiderata a bordo di un veicolo automatizzato. Durante il test sul campo – che si svolge vicino a Yokohama, quartier generale Nissan - i passeggeri potranno viaggiare all’interno di veicoli dotati di tecnologia a guida autonoma seguendo percorsi prestabiliti.

Ciò consentirà a Nissan e DeNa di monitorare le reazioni dei partecipanti, che tramite un’app per smartphone potranno dare indicazioni su ciò che desiderano fare, in forma scritta o tramite comando vocale, oltre a scegliere la propria destinazione da un elenco di mete consigliate. All’interno dell’auto, lo schermo di un tablet mostrerà quasi 500 punti di interesse ed eventi consigliati nelle vicinanze.

Ai partecipanti verrà chiesto di completare un sondaggio sull’esperienza e sul prezzo che riterrebbero corretto per il servizio Easy Ride, che, secondo i piani, dovrebbe debuttare nel 2020 circa.