Girando per un qualsiasi supermercato, è facile incontrare tanti genitori accompagnati dai propri figli. La spesa settimanale è, per i più piccoli, un interessante e divertente momento: molto meno per le mamme e i papà che devono stare attenti a che i piccoli non cerchino di accappararsi tutto ciò che è alla loro portata di manina. Oggetto del gioco preferito tra gli scaffali  è, ovviamente, il carrello: protagonista assoluto di sfrecciate e gare di sprint tra le corsie degli acquisti dei bambini.


Un aiuto, importante per i genitori, sembra arrivare da Ford. La Casa statunitense, nell’ambito delle iniziative tecnologiche “Interventions”, ha creato Self-Braking Trolley. Si tratta di un sensore (ancora un prototipo) in grado di scansionare oggetti o persone che potrebbero attraversare la traiettoria del carrello, per poi azionare automaticamente i freni prima di una potenziale collisione.


Self-Braking Trolley rientra nel più ampio progetto di Ford che utilizza le proprie tecnologie per ottimizzare le tecnologie al di fuori dell’ambito automobilistico. In questo caso però il sistema frenante è lo stesso applicato sulla maggior parte delle automobili della casa dell’Ovale Blu, la Pre-Collision Assist.

Una preziosa novità, come ha dichiarato Anthony Ireson, Director Marketing Communication di Ford Europa pronta a ridurre gli scontri nei supermercati e il fenomeno dei "carrelli vacanti": “Può aiutare i nostri clienti a evitare o ridurre gli effetti di un’eventuale collisione. Abbiamo pensato che mostrare il funzionamento di un sistema come questo applicandolo a un carrello della spesa potesse essere un ottimo modo per porre attenzione su quella che può essere una tecnologia davvero utile per i conducenti”.