I nuovi motori Ingenium che spingono la Jaguar XE, l’affascinante e tecnologica berlina sportiva inglese presentata a Londra pochi giorni fa  sono destinati a essere il fulcro del futuro per la Casa di Gaydon. La nuova famiglia di motori, nella fattispecie parliano del 2 litri turbodiesel con cui debutterà, fa diventare la XE la più efficiente Jaguar di sempre, con ridotti consumi di carburante e con emissioni di CO2 di soli 99 g/km.  Tutta la gamma dei propulsori viene prodotta nel nuovo Engine Manufacturing Centre nelle West Midlands; costato 500 milioni di sterline, la sua superficie simile a cinque campi da calcio affiancati, ricopre un’area di 100.000 metri quadrati. I motori usciranno dalla sua linea produttiva, uno ogni 36”.  Ex Novo. Completamente nuovi per concezione e realizzazione, i motori Ingenium sono stati progettati dagli ingegneri con obiettivi importanti. Ovvero, massima efficienza e leggerezza, fornendo potenza, una coppia ottimale e grande fluidità. I test si sono svolti su una percorrenza di 2 milioni di chilometri. Alluminio. Sono costruiti interamente in alluminio e dal ridotto attrito, presentano dei rigidi blocchi cilindro e due alberi di bilanciamento per garantire bassi livelli di vibrazione. Lasilenziosità è garantita dal rivestimento acustico nel coperchio della coppa dell’olio, dagli iniettori disaccoppiati e dall’ovalizzazione di 0,5 millimetri sul pignone della pompa d’iniezione. Quattro cilindri 2.0 litri turbodiesel. La Jaguar XE presenterà due versioni del motore diesel Ingenium 2,0 litri. La prima, da 163 cavalli e 380 Nm di coppia, vanta eccezionali valori di consumi di carburante e ridotte emissioni. Ovvero un consumo di 3,8 litri/100 km – per una percorrenza media di 26,3 km/litro - e 99 g/km di CO2. La versione da 180 cv grazie a 430 Nm, è dotata della più elevata erogazione di coppia della sua categoria. I turbodiesel sulla Jaguar XE saranno affiancati da motori benzina ad iniezione diretta: un 2.0 litri turbo quattro cilindri e un fantastico 3.0 litri V6 sovralimentato. Efficienza. I turbodiesel Ingenium, rispettano la normativa Euro 6. La fasatura variabile delle valvole di scarico riduce il tempo di riscaldamento del catalizzatore e migliora anche la rigenerazione del filtro antiparticolato (DPF). Il sistema di ricircolo dei gas di scarico a bassa pressione (EGR), diminuisce le temperature della camera di combustione, inibendo la formazione di NOx. La tecnologia della selezione selettiva catalitica (SCR) riduce notevolmente le emissioni di NOx e la nuova XE è stata progettata per soddisfare le più severe normative internazionali.

Jaguar XE, l'Ingenium nei motori