Jaguar Land Rover, arriva nuova linfa sotto il cofano.  Il cuore di questa strategia, votata anche alla riduzione delle emissioni, è il nuovo motore benzina quattro cilindri Ingenium, in produzione nell’Engine Manufacturing Centre di Jaguar Land Rover, costato 1 miliardo di sterline.
La nuova generazione di propulsori sarà in grado di offrire oltre il 25% in più di potenza rispetto alle unità che andranno a sostituire e permetterà  un consumo ridotto di oltre il 15%.

JLR ha sviluppato un’avanzata trasmissione automatica che migliorerà l’efficienza dei futuri veicoli e aumenterà le capacità della loro trazione integrale. Si chiama Trascend, è costata 30 milioni di sterline, utilizza un inedito rapporto di trasmissione estremamente elevato (20:1), grazie ad una scatola del cambio a bassi regimi, ad una doppia frizione e a tecnologie ibride che offrono nuovi livelli di prestazioni in off-road e consumi di carburante migliorati di circa il 10%.
 
Nick Rogers, Group Engineering Director, gonfia orgogliosamente il petto: “Entro il 2020, le nuove tecnologie ci consentiranno di ridurre le nostre emissioni di CO? di un ulteriore 25%.”

Il benzina Ingenium utilizza un sistema di distribuzione elettroidraulico, un collettore di scarico integrato e un turbocompressore Twin Scroll con cuscinetti a sfera ceramici. E' stato sviluppato per offrire una modulare famiglia di motori totalmente in alluminio, sia benzina che diesel. L’uso di una comune architettura con una cilindrata di 500 cc per cilindro, offre flessibilità e versatilità.  Saranno disponibili a partire dal 2017.
 
Trascend è un cambio a otto marce caratterizzato da un rapporto di trasmissione moltoche è  più del doppio rispetto alle tradizionali trasmissioni automatiche ad otto marce. Pesando circa 20 kg in meno  può essere utilizzato sia sui veicoli a trazione posteriore con motore longitudinale e sia su quelli con trazione integrale.