Fianco a fianco con i Drive-E quattro cilindri. Linee di montaggio comuni, grazie al progetto modulare. Monoblocco e testa in alluminio, iniezione diretta, il primo motore tre cilindri nella storia Volvo debutta su XC40 (tra le 7 finaliste del premio Auto dell'Anno 2018). Sigla T3, gradino d'accesso da 156 cavalli e 265 Nm, valore di coppia costante tra i 1.850 e i 3.850 giri/min. Esordio con la trasmissione manuale 6 marce, l'automatico 8 rapporti arriverà nel corso del 2019. E, in prospettiva futura, il turbo benzina 1.5 litri Drive-E sarà abbinabile al supporto di un'unità elettrica, per una configurazione ibrida Twin Engine che, finora, su XC90 e XC60 – limitando l'osservazione alla gamma suv Volvo – è ruotata intorno al 2 litri quattro cilindri. 

Con quest'ultimo propulsore, il tre in linea turbo condivide il valore dell'alesaggio, 82 millimetri, e della corsa (93,2 millimetri). Numeri sensibili, legati alla nuova unità, sono quelli del rapporto di compressione (10,5:1) e dei consumi, rilevati secondo il ciclo WLTP - simulazione più realistica rispetto al NEDC - in 7,7 litri/100 km. Valore al quale si contrappone la misurazione NEDC di 6,4 litri/100 km quale dato combinato.

Al capitolo prestazioni, Volvo XC40 T3 fa registrare un tempo in accelerazione, sullo 0-100 km/h, di 9”4 e una velocità massima di 200 km/h. Altra vivacità, ovviamente, assicurano le proposte T4 e T5, rispettivamente da 190 e 247 cavalli, quest'ultima con trazione quattro ruote motrici di serie, soluzione non prospettata al momento, nemmeno a richiesta, sul T3 benzina.

Volvo XC40, primo contatto: il suv compatto che mancava

L'ampliamento della gamma con il turbo 3 cilindri è l'occasione buona per snocciolare le quattro proposte di allestimento nelle quale è offerta Volvo XC40: base, Momentum, R-Design o Inscription. Allestimento di vertice che, oltre a offrire soluzioni estetiche esterne che spaziano dai cerchi fino a 20 pollici di diametro e le applicazioni sui paraurti in acciaio inox, racconta tutto il proprio prestigio all'interno, oltre i rivestimenti in pelle: il tocco in più è costituito dal pomello del cambio in cristallo e gli inserti in legno.