Un pullmino Toyota per i giovani judoka e per aiutare una società, il Club Judo Amatrice, a superare le difficoltà e, almeno in piccola ma preziosa parte, a lenire i segni lasciati dal terremoto. La consegna del mezzo fondamentale per l'attività giovanile, una Toyota Proace Verso con allestimento specifico per il trasporto di gruppetti di persone, è stata effettuata presso il Palazzetto Comunale di Amatrice: tra i presenti, in mezzo a un festival di atleti di tutte le età del panorama del judo italiano, c'erano Alberto Santilli, direttore marketing e Comunicazione di Toyota Motor Italia, e Annamaria “Annina” Marasi, ex pallavolista azzurra e oggi responsabile dell'area marketing del CONI.

L'IDEA FEDERALE La Toyota Proace Verso è stata consegnata a Mirco Rendina, presidente dello Judo Club Amatrice, da Domenico Falcone, il numero uno della Fijlkam (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali) che in precedenza aveva coinvolto la Federazione Mondiale: <Nel 2017 durante un incontro con Marius Vizer, il presidente della federazione mondiale, avevamo parlato della società di Amatrice, il Club Judo, pronta a ripartire con l'attività subito dopo il sisma nonostante tutte le difficoltà. La segnalazione ha riscontrato subito la sensibilità dei dirigenti, i vertici internazionali delle nostre discipline si sono subito impegnati con una donazione che con la nostra integrazione e l'attenzione di Toyota ha portato alla consegna della Proace Verso, un mezzo fondamentale per gli spostamenti dei ragazzi della squadra>.

START YOUR IMPOSSIBLE L'impegno di Toyota rientra in un ampio progetto legato al mondo dello sport e ai valori della campagna Start Your Impossible. Spiega Alberto Santilli: <La consegna di Proace Verso rappresenta per noi un momento importante, la conferma ulteriore di come Toyota sia sempre più legata al mondo dello sport, portando avanti i valori della campagna corporate globale “Start Your impossible” attraverso la quale il brand si afferma come un operatore di mobilità a 360 gradi che, attraverso l'uso integrato di vetture, robotica e tecnologia avanzata, diffonde e garantisce la migliore mobilitàpossibile per tutti>.

FESTA COI CAMPIONI Dopo la cerimonia la festa è continuata sui tatami attorno a molti atleti di vertice del judo italiano: Rosalba Forciniti (bronzo a Londra 2012), Antonio Ciano, Elio Verde, Gabriele Sulli, Eleonora Geri e Paolo Bianchessi accompagnati dal segretario generale della Fijlkam Massimiliano Benucci. I campioni olimpici prima hanno “giocato” e si sono allenati coi giovani atleti di Amatrice, poi hanno dato vita alle gare a suggello di una giornata che ha permesso ai numerosi atleti di misurarsi con i loro idoli e di imparare dai campioni italiani del judo, una lezione sportiva ma anche umana. Il pullmino c'è, ora i giovani atleti sognano una palestra, ringraziando per il momento la Caritas che ha messo loro a disposizione degli spazi per svolgere gli allenamenti.