Quando il genio e la ricerca si abbinano alla sfida sportiva ebbene arrivano grandi risultati. Anzi, un’impresa da Guinness dei Primati: con soli 40 dollari australiani di consumo energetico (un valore di 25 euro) un’auto a energia solare è riuscita a coprire 4.100 chilometri.

Numeri incredibili, al di là delle previsioni, nel risultato e nei tempi segnati. Il nuovo record mondiale per il consumo minimo di energia è stato realizzato con un’auto solare progettata e costruita in Australia da studenti universitari, una vera squadra, la Sunswift dell'University of New South Wales, famosa per le sue sfide e per la partecipazione a numerose edizioni del World Solar Challenge: parliamo di una corsa a cadenza biennale riservata alle auto a energia solare che è nata nel 2013 e attraversa il continente da nord a sud, toccando Darwin e Adelaide.

IL PROGETTO SUNSWIFT VI La squadra universitaria è nata nel 1996 ed è composta da un gruppo interdisciplinare di studenti, scelti tra i corsi di Ingegneria, Design Industriale e Business. Sunswift detiene alcuni record mondiali e ha costruito finora sei auto che prendono il nome dal gruppo stesso. L’ultima è la Sunswift VI chiamata VIolet, una quattro porte solare elettrica partita da Perth il 1° dicembre e capace di raggiungere il traguardo di Sydney nel primo pomeriggio del 7 dicembre, addirittura con due giorni di anticipo sulla tabella prevista per coprire i 4100 km del percorso. Per ottenere il minimo consumo da record di 25 euro, VIolet ha percorso 650 km al giorno con una media di 85 km/h di velocità.

COMODA PER 4 Grande soddisfazione per l’Università e per i protagonisti, come ha raccontato Mark Hoffman, preside della facoltà di ingegneria dell’ateneo australiano: "L’energia consumata è stata circa 17 volte meno di una normale auto passeggeri che percorresse la stessa distanza. VIolet è un'auto che porta tre passeggeri più il conducente, e non è nemmeno scomoda per viaggiare"