Anche l’Arma dei Carabinieri si “elettrizza”. E’ la Toyota Yaris Hybrid ad arruolarsi con 250 unità, fornite al Corpo da LeasePlan, la società vincitrice del bando CONSIP 13.

Le auto sono date in dotazione alle forze dell’ordine secondo la formula del noleggio a lungo termine, per la durata di 60 mesi. Al termine del periodo, saranno riconvertite all’uso civile per essere rimesse sul mercato.

Le Gazzelle per la mobilità sostenibile

Si può parlare di un evento storico, perché si tratta della prima flotta ibrida fornita all’Arma. Oramai nessuno può essere escluso dall’affrontare il tema dell’inquinamento ambientale da CO2 nei grandi centri urbani e per questo la scelta è ricaduta si questo tipo di auto.

Una volta entrate in servizio, infatti, le Yaris Hybrid saranno utilizzate nelle aree pedonali o in quelle sottoposte a vincoli ambientali, dove grazie al sistema Full Hybrid Electric possono viaggiare per oltre il 50% in modalità elettrica.

Prestazione garantita dallo schema tecnico della giapponese che abbina il 1.5 a benzina a un motore elettrico per 100 cv di potenza complessiva, consumi dichiarati che si assestano attorno ai 27 km/l e emissioni di CO2 pari a 84g/km.

Nell’operazione Toyota farà la sua parte, dando supporto all’Arma con dieci sessioni formative nei Comandi di Firenze, Perugia, Milano, Bologna, Napoli, Padova, Cagliari, Palermo, Catanzaro e naturalmente Roma per formare al meglio i Carabinieri su come sfruttare la doppia motorizzazione delle Yaris.

Allestimento specifico

Per essere pronte al nuovo ruolo di tutrici della legge, le Yaris sono passate sotto un lavoro specifico di preparazione, che non riguarda solo la livrea blu e rossa tipica delle “gazzelle”.

Sul tettuccio sono stati installati i lampeggianti a LED oltre un faro, sempre a LED, supplementare.

L'abitacolo è allestito con due supporti per le armi d'ordinanza a bloccaggio meccanico ed è dotato di sistemi di radiocomunicazione, ergonomicamente integrati sulla plancia.

Il bagagliaio è equipaggiato con uno scrittoio in materiale plastico ricavato nella cappelliera posteriore ed un organizzatore del vano bagagli per il contenimento delle dotazioni operative.