Avviare i giovani alla realtà lavorativa, non è facile: scuola e lavoro sono due realtà, a detta generale, sovente lontane. Le aziende percorrono così nuove strade: una fattiva collaborazione con la scuola e dare motivazioni in più agli studenti, proporre un collegamento e una continuità tra il mondo dell’apprendimento e quello del lavoro. Toyota offre un grande contributo in questa direzione e per rendere ancora più interessante il rapporto scuola-lavoro ha istituito una gara di abilità tra i migliori studenti delle scuole (Istituti Professionali e Tecnici Industriali di Stato) che ad oggi collaborano con Toyota nell'ambito dell'intesa T-TEP, acronimo di Toyota Technical Education Program.

“Il T-TEP è il programma mondiale di Toyota per la formazione professionale dei giovani sulle più recenti tecnologie automobilistiche, realizzato in Italia in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). Questo progetto rappresenta un impegno del brand non solo verso i propri clienti, ma è rivolto al futuro della società e del territorio, perché mira a trasmettere ai giovani il patrimonio tecnologico di uno dei più grandi costruttori di automobili al mondo, dando loro una marcia in più per inserirsi nel mondo del lavoro” spiegano in Toyota. 

Oltre 10 mila giovani

Introdotto nel 1995, il programma T-TEP oggi vanta la partecipazione di ben 19 istituti scolastici italiani, il primo a iscriversi e oggi ancora attivo nel programma T-TEP è stato l’Istituto IPSIA di Monza. Complessivamente, le scuole T-TEP gestiscono un corso di formazione di cinque anni, suddiviso su due livelli: un primo corso di 3 anni alla fine dei quali viene rilasciato un certificato di “Addetto all’assistenza post-vendita degli autoveicoli” ed un successivo diploma di “Tecnico di assistenza post-vendita degli autoveicoli”. Dal 1995 a oggi il programma ha contribuito alla formazione di oltre 10.000 giovani, parte dei quali già lavora con le mansioni di tecnico specializzato e, in alcuni casi, presso concessionarie della rete Toyota e Lexus in Italia.

Cinque prove

Il programma prevede un contest nazionale annuale, giunto alla 13° edizione che si è svolta tra il 9 e l’11 maggio presso l’Istituto Statale Istruzione Superiore “Pagano - Bernini”. Nei giorni 9, 10 e 11 maggio a Napoli, si è svolto il 13° Skills Contest nazionale per Istituti T-TEP che ha visto come protagonisti 15 studenti delle IV e V classi. La gara suddivisa in due giornate è caratterizzata da prove sui principali elementi delle tecniche di autoriparazione su autovetture, messe a disposizione dalla Concessionaria Toyota Funari di Agnano. Una gara nel complesso equilibrata che ha evidenziato un buon livello di preparazione generale. La commissione tecnica sulla base dei risultati complessivi delle 5 prove ha decretato il successo finale del giovane Andrea Esposito, studente dell’Istituto IPSIA “Pagano-Bernini” di Napoli alla prima vittoria. “Lo studente ha ottenuto una valutazione complessiva dell’ 81,3%, distinguendosi in particolare nelle prove di tagliando di manutenzione dei 30.000 km e di meccanica cambio, oltre che nell’utilizzo del sistema tecnico informatico”. La classifica finale ha visto al secondo posto Federico Ceron, dell’Istituto “E. Ferrari” di Monza e al terzo Matteo Monaco dell’Istituto “Di Marzio-Michetti” di Pescara.

Linee guida per l'innovazione

“Questa tredicesima edizione ha rappresentato anche un’occasione di confronto tra i responsabili di Toyota Motor Italia, i Dirigenti Scolastici e i coordinatori del Programma T-TEP delle scuole, con l’obiettivo di definire le linee guida del Progetto T-TEP 2.0, per rinnovarne i contenuti in linea con le nuove competenze richieste nel settore automotive, che sta vivendo una fase di innovazione importante, e rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro”.