Leggere Renault Sandero RS potrebbe lasciar spazio all'idea che ci sia un errore di fondo. «Dacia Sandero RS, vorranno dire!». invece, no. Per la prima volta una Renault Sport nascerà fuori dai confini europei, lo farà per la precisione in Argentina, là dove è stata annunciata tra le protagoniste del Salone di Buenos Aires 2015 e dove arriverà su strada a inizio del prossimo anno. Questione di brand fa sì che vesta la losanga sul muso, rendendola a noi europei un curioso incrocio di marchio e modello. L'interesse, semmai, è capire se abbia possibilità di attraversare l'oceano e arrivare anche in Europa. Difficile crederlo, resterà protagonista nel continente sudamericano. Giocherà la partita puntando su un motore aspirato, un quattro cilindri 2 litri "classico", capace di esprimere 145 cavalli, chiamati a dare verve a un corpo vettura leggero, attestandosi una Dacia Sandero intorno ai 1200 kg. Quali saranno le prestazioni, Renault non l'ha reso noto, mentre ha rivelato alcuni dettagli della scheda tecnica, nella fattispecie il cambio, un manuale 6 marce, con leva in pelle e cuciture a contrasto, rosse, leit motiv di un abitacolo ben caratterizzato, con la doppia banda longitudinale sui sedili, un rosso-grigio che spicca sulle sedute nere, così come danno colore gli inserti sulle bocchette d'aerazione, il logo RS sul volante e la cornice grigia intorno alla console centrale, là dove insieme al touchscreen dell'infotainment trova spazio un climatizzatore automatico dal design familiare in casa Renault (Clio, ndr).

Le foto di Renault Sandero RS

L'assetto è stato rivisto, con l'adozione di molle e ammortizzatori prevedibilmente più rigidi, un'altezza da terra che è lecito attendersi ridotta, mentre l'impianto frenante sfoggia quattro dischi dietro ai cerchi in lega da 17 pollici, gommati 205/45 R17. Nella dinamica di marcia interverrà un ESC meno invasivo, tarato per lasciar più libertà nella guida allegra, oltre a essere del tutto disinseribile. Stilisticamente abbiamo le caratterizzazioni che ci si aspetta da un'utilitaria pepata. A cominciare dalla griglia a maglie larghe sulla calandra e il paraurti, il profilo griglio classico delle ultime RS, le luci diurne a led e un labbro più pronunciato sempre sul frontale. La fiancata sfoggia minigonne con tanto di logo Renault Sport e uno sticker sulle portiere che aiuta a creare un look racing, al pari del doppio terminale di scarico in coda, inserito in un ideale diffusore. Lo spoiler e gruppi ottici tridimensionali completano il design della coda. Fabiano Polimeni