Incide profondamente nei contenuti più nascosti, il restyling 2015 di Kia Cee'd. La gamma della compatta coreana è stata rivista in tutte le varianti di carrozzeria, dalla berlina 5 porte alla station wagon, con l'introduzione della tre porte, non più riservata alla sportivissima pro_cee'd GT da 204 cavalli, ma disponibile anche con altre motorizzazioni e pensata per strizzare l'occhio a un pubblico più giovane e dinamico. Ma se gli accorgimenti stilistici si riducono a piccoli affinamenti - paraurti più avvolgenti, cromature sul frontale, un diverso disegno del motivo sulla griglia anteriore, luci posteriori a led, cerchi in lega da 16 a 18 pollici rivisti - il lavoro "invisibile" dei tecnici è stato se possibile ancora più ampio. Il comfort di marcia risulterà incrementato e non certo per diverse tarature delle sospensioni, quanto piuttosto per un impiego maggiore di materiale fonoassorbente, inserito tra tappezzeria e scocca, sotto i tappetini, nella plancia, nell'impianto di ventilazione, per filtrare le vibrazioni dal vano motore, anch'esso interessato dall'operazione di riduzione dei valori di NVH (Noise, Vibrations, Harshness, ovvero, rumorosità, vibrazioni e ruvidità). Persino intorno al filtro antiparticolato è stato inserito uno strato supplementare. Quali saranno i riscontri su strada, nell'impiego quotidiano, sarà una prova su strada ad accertarlo. Oltre alla "ovattizzazione" dell'abitacolo, va segnalata l'introduzione di un moderno motore turbo benzina tre cilindri, di piccola cubatura. Il mille sviluppa potenze allineate ai migliori propulsori nella sua fascia, 100 e 120 cavalli, in entrambi i casi con 172 Nm di coppia massima, spalmata tra 1.500 e 4.000 giri minuto. Sul fronte dei motori turbodiesel, confermato l'1.4 CRDI da 90 cavalli e 220 Nm, al pari dell'1.6 CDRi, in due step di potenza: 110 e 136 cavalli. Se il primo non incrementa i suoi numeri, per il secondo ci sono 8 cavalli e 20 Nm di coppia in più, quest'ultima arrivata a 285. Sul CRDi è stata installata una pompa dell'olio a portata variabile, che contribuisce alla riduzione degli attriti interni e, nelle versioni con start&stop dichiara emissioni di Co2 pari a 94g/km, contro i precedenti 100g/km. Oltre all'1.0 ecoTurbo benzina c'è un altro esordio, legato alla trasmissione: un cambio doppia frizioe 7 marce, proposto in alternativa al manuale 6 rapporti sulla Kia Cee'd 1.6 CRDi più potente. Migliorati anche gli spazi di frenata, con dischi freno da 320 millimetri di diametro e un dato da 100 km/h a 0 che si riduce fino a 35 metri, dai 36.4 precedenti.

Le foto di Kia Cee'd restyling

Il restyling è stata l'occasione buona per intervenire anche sulle dotazioni a richiesta, arricchendole con un infotainment dal display 7 pollici con radio DAB e servizi Tom Tom Live, lo Speed Limit Information Function che rileva i limiti di velocità e li "sottolinea" al guidatore disattento sulla strumentazione, il radar per l'angolo buio, il Rear Cross Traffic Alert che avvisa del sopraggiungere di altre auto mentre si fa manovra e la funzione di parcheggio automatizzato ora migliorata. Marginali i cambiamenti al top di gamma, Kia pro_cee'd GT: i cerchi da 18 pollici hanno un nuovo disegno, il volante ha la corona piatta in basso, il sound del motore viene amplificato da un dispositivo che lavora insieme all'impianto audio e sul versante delle prestazioni si registra un impercettibile decimo in meno nello 0-100, che scende a 7"6. Fabiano Polimeni