Aspettando la risposta di GLC Coupé, BMW X4 M40i si prende la scena tutta per sé, quella dei suv-coupé di medie dimensioni e alte prestazioni. Va ad arricchire la gamma X4 posizionandosi al vertice, sopra quella che, finora, ha rappresentato l'alternativa più potente per quanti, amanti dello sport activity vehicle bavarese, erano a cerca di cavalli a benzina come se si parlasse di una coupé sportiva. Il motore 3 litri Twin Power Turbo è il medesimo della X4 xDrive35i, ma con opportuni accorgimenti che rendono possibile un incremento della potenza di 54 cavalli e 65 Nm. Il totale fa, rispettivamente, 360 e 465, grazie all'aumento della pressione di sovralimentazione del turbo, candele, anelli di compressione dei pistoni e cuscinetti dell'albero motore mutuati dai sei cilindri che equipaggiano BMW M3 e M4, nonché condotti di aspirazione ottimizzati sotto il profilo aerodinamico. Un affinamento generale, buono per trasformare cavalli e coppia, gestiti dal cambio automatico 8 marce - con taratura specifica M Performance - in prestazioni di riferimento: 4"9 in accelerazione, con Lauch Control a disposizione per essere fiondati senza errore nello scatto da fermo; 250 km/h di velocità massima, autolimitata. Fermarsi non è un problema, figurarsi poi con un impianto maggiorato nella misura dei dischi anteriori e pastiglie freno riviste, prevedibilmente in grado di assicurare maggior mordente e resistenza alla fatica, considerati i 1840 kg di massa a vuoto. Per migliorar le doti dinamiche, in BMW hanno lavorato sull'assetto aumentando l'angolo di camber delle ruote anteriori, irrigidendo le molle, aumentando le dimensioni delle barre antirollio e integrando un settaggio delle sospensioni adattive che assicurasse un assetto più piatto. Anche lo sterzo, con demoltiplicazione variabile, rientra tra i "componenti dell'orchestra" fondamentali per trasmettere sensazioni di guida migliori.

La gallery di BMW X4 M40i

Tornando per un istante al cambio 8 marce, in modalità M Performance regala passaggi di marcia più decisi e scalate più rapide, oltre - in modalità manuale - a conservare la marcia anche quando si arriva al limitatore. La trazione integrale xDrive resta il fulcro del comparto trasmissione. Per una volta, lo stile e il design passano in secondo piano. Gli accorgimenti che caratterizzano BMW X4 M40i sono evidenti, senza alterare troppo l'impostazione di base del suv. L'anteriore sfoggia fari allo Xenon di serie, un paraurti molto più elaborato e aggressivo, nonché elementi in Ferric Grey metallizzato, sotto i fendinebbia e sulle calotte degli specchietti. A metà strada tra estetica e prestazioni si posizionano i cerchi in lega da 20 pollici, optional, con gommatura differenziata (al pari dei cerchi di serie da 19 pollici), mescola più prestazionale e dalla spalla ulteriormente ribassata: 245/40 R20 davanti, 275/35 R20 dietro, contro i 245/45 R10 e 275/40 R19). In coda, oltre al paraurti con inserto a contrasto con la tinta carrozzeria, spazio a due terminali di scarico cromati neri, elemento conclusivo di una linea con valvole attive per enfatizzare il sound del propulsore. L'ambiente a bordo si distingue dalle altre BMW X4 per i richiami firmati M. Volante specifico tre razze con paddles e logo, lo stesso riportato sul joystick del cambio e sul poggiapiede in alluminio, nonché i battitacco. Belli i sedili sportivi in pelle con cuciture rosse a contrasto e profilo sullo schienale. Sul versante dell'infotainment, immancabile il BMW Connected Drive. La gamma comprende l’ultima generazione del sistema di navigazione Professional con iDrive Touch Controller e l’Head-Up Display full-colour. Ulteriori equipaggiamenti premium che favoriscono la sicurezza e il comfort, come Driving Assistant Plus con Approach and Pedestrian Warning con funzione frenante City, Active Cruise Control con funzione Stop&Go e Lane Departure Warning sono disponibili a richiesta. L’optional BMW ConnectedDrive Services permette, mediante una carta sim integrata, di utilizzare servizi come il Concierge Service oppure il sistema d’informazioni sul traffico in tempo reale RTTI (Real Time Traffic Information). Ma BMW ConnectedDrive Services mette a disposizione nella vettura anche delle app e numerose applicazioni online. Di serie, presente anche la chiamata d'emergenza a una sala operativa, che funziona sia manualmente che in modo automatico, rilevando la posizione dell'auto e inviando i soccorsi sul luogo dell'incidente. Fabiano Polimeni