Una S in più potrebbe non far la differenza. Invece, Mercedes GLS la differenza rispetto alla precedente GL - della quale rappresenta un corposo restyling - la fa eccome. Era l'ultimo anello che mancava per definire la famiglia suv, che agli estremi ha la GLA e proprio la GLS, per più prodotti a seconda della categoria di riferimento: GLC, GLC Coupé prossimamente, GLE e GLE Coupé, ci saranno ben 6 alternative una volta introdotta la variante GLC più sportiva. Il suv-ammiraglia riscrive parzialmente il design, si è intervenuti principalmente sul frontale, adottando gruppi ottici dalle forme diverse, meglio integrate con la calandra, un paraurti sagomato per apparire più sportivo e allineato alle scelte operate con Mercedes GLE, nonché modesti cambiamenti in coda. Per la prima volta ci sarà anche un pacchetto AMG Line dedicato, per trasformare i 5 metri e 13 centimetri di lunghezza del suv (due nuove tinte al debutto, designo diamond white e designo hyacinth red) ispirandosi un po' più al mondo delle prestazioni della divisione di Affalterbach: pedane sottoporta, aperture maggiorate sul paraurti, cerchi in lega da 21 pollici multirazze con disegno Amg, pedaliera in acciaio spazzolato, sedili e volante sportivo multifunzione in pelle Nappa, fino al tocco sottile della strumentazione con motivo di sfondo a scacchi. Interventi ai quali si sommano, probabilmente più importanti e a costituire buona parte dell'essenza Mercedes GLS, quelli a bordo. Plancia e tunnel sono stati ridisegnati, integrando da un lato il display del Comand Online, dall'altro il touchpad diventato centro di comando dell'infotainment. Otto pollici di diametro per lo schermo collocato in cima, dal quale gestire anche i servizi Remote Online, offerti gratuitamente per 3 anni e con i quali poter avere sempre a portata di smartphone una panoramica sullo stato del veicolo, nonché la chiamata d'emergenza automatica e l'assistenza stradale in caso di problemi al veicolo. L'abitacolo sfoggia un nuovo volante multifunzione tre razze, con palette per gestire il cambio automatico 9G-Tronic, soluzione di serie su tre delle quattro motorizzazioni offerte: il diesel 350d e i benzina V6 e V8. La più prestazionale Mercedes Amg GLS 63 4Matic avrà, invece, la trasmissione Amg Speedshift 7G-Tronic. Per chi programma un impiego in fuoristrada particolarmente gravoso, tornerà utile l'optional del differenziale centrale bloccabile. Ultima nota sugli interni: si potrà respirare aria più pulita del solito, grazie al sistema di ionizzazione.

La gallery di Mercedes GLS

L'aggiornamento del suv non poteva prescindere da quello dei sistemi di sicurezza attiva e passiva, così di serie si avranno l'Attention Assist, il Collision Prevention Assist Plus e il Crosswind Assist, ai quali sommare - a richiesta - il Distronic Plus con funzione Pilot stop&go, l'Active Lane Keeping Assist per il mantenimento della corsia automatizzato e l'assistente alla frenata automatica con riconoscimento dei pedoni. In Italia, Mercedes GLS verrà commercializzata in tre allestimenti (Sport, Exclusive e Premium) e quattro motorizzazioni. Si parte dal turbodiesel di GLS 350d 4Matic con 258 cavalli e e 620 Nm di coppia massima (8.9 litri/100 km il consumo dichiarato nel ciclo combinato), i benzina vedono alla base dell'offerta il V6 3 litri da 333 cavalli e 480 Nm di GLS 400 4Matic, per salire al V8 5.5 litri con 455 cavalli, che incrementa la potenza rispetto all'unità sulla GL grazie all'adozione dell'iniezione diretta. Non manca nemmeno un'estrema versione Amg GLS 63 4Matic, con il biturbo V8 5.5 litri che arriva a 585 cavalli e 760 Nm di coppia, già a 1.750 giri/min. Sul fronte tecnico non meno importanti sono le novità dell'Active Curve System, già apprezzato su Mercedes Classe S Coupé, dispositivo che interviene per contrastare il rollio in curva e dovrebbe essere particolarmente effettivo su un suv così grande e dalla massa non indifferente, e le sospensioni Airmatic migliorate, con Dynamic Select e 6 diverse modalità da impostare: si passa dalla Comfort per arrivare alla Off-Road+, dedicata a quanti sceglieranno il pacchetto Off-Road Engineering, che assicura un'escursione in altezza delle sospensioni fino a 306 millimetri extra. La modalità Off-Road, invece, farà parte del Dynamic Select a prescindere, insieme alla Slippery, alla Sport e la Individual, step personalizzabile nei singoli parametri. In Italia, Mercedes GLS avrà prezzi a partire da 81.700 euro (GLS 350d 4Matic); GLS 400 4Matic si posiziona a 84 mila euro, GLS 500 4Matic a 103.180 euro e, infine, Amg GLS 63 4Matic a 148.350 euro. E' già ordinabile nelle concessionarie, le consegne inizieranno da marzo 2016. Fabiano Polimeni