Nove anni per riscrivere totalmente i punti di forza di un progetto, quello del suv 7 posti, di nuova Mazda CX-9, che fa il suo debutto al salone di Los Angeles 2015. Il nord America sarà il territorio di "caccia" preferito, le previsioni dicono di un 80% delle vendite concentrate su quel mercato, per un complessivo globale di 50 mila unità stimate l'anno. Non la vedremo in Europa, CX-9. Resta, però, l'interesse per le soluzioni tecniche proposte, a cominciare dalla prima volta di un motore turbo dall'inizio dell'era SkyActiv. Il 2.5 litri aspirato 4 cilindri adottato su Mazda 6 e CX-5 negli USA guadagna il turbocompressore, che si avvale della tecnologia Mazda Dynamic Pressure Turbo per massimizzare la resa della sovralimentazione. Sintetizzando il funzionamento, i tecnici hanno studiato un sistema che assicuri la rapida attivazione del turbocompressore già a bassi regimi, disegnando condotti più piccoli nei quali far affluire i gas di scarico diretti al turbo. L'esempio calzante, per immaginare quale sia l'effetto pratico davanti a una bassa portata di gas a bassi regimi è quello di un tubo dell'acqua sul quale si parzializza l'uscita con un dito, ritrovandosi un incremento della pressione. I tecnici hanno effettuato la medesima operazione, abbinando poi a una seconda valvola che, all'aumentare del regime motore - quindi della quantità di gas combusti - consente di far affluire un volume superiore verso il turbo. Altrettanto importante, nell'economia del sistema, è aver disegnato una linea di scarico 4-3-1, abbinando i cilindri 2-3 in un unico elemento.

La gallery di Mazda CX-9

La potenza assicurata dal turbo 2.5 litri è di 250 cavalli, con 420 Nm di coppia, restano ancora da dettagliare i consumi e le prestazioni. CX-9 beneficerà della riduzione di peso, figlia del nuovo pianale e di dimensioni leggermente inferiori: 90 kg in meno per la variante a trazione anteriore, 130 kg per l'integrale con sistema i-Activ AWD, evoluto rispetto al passato e non più con "soli" 10 parametri da tenere in considerazione prima di trasferire quota della coppia motrice al posteriore, ma ben 27 e 200 rilevazioni al secondo sullo stato di aderenza dell'auto. Complessivamente può arrivare a trasferire il 50% dietro. Mazda CX-9, sul mercato dalla primavera 2016, è lunga 5 metri e 6 centimetri (3 in meno della vecchia) ma al tempo stesso aumenta di 5,5 centimetri il passo. Sul versante stilistico ritroviamo gli elementi tipici del Kodo Design, la calandra, i gruppi ottici, le superfici scolpite della fiancata. Il nuovo progetto sfoggia un cofano motore ancor più lungo, risultando i montanti anteriori arretrati di 10 centimetri. Poggia su cerchi di grande diametro, tra 18 e 20 pollici e per fermarsi fa affidamento a un impianto con quattro dischi, autoventilanti davanti, pieni dietro: 320 e 325 millimetri il diametro rispettivo. L'ambiente a bordo costituisce il giusto mix tra sobrietà e stile moderno: pelle Nappa, legno, alluminio, sono i materiali più diffusi per rivestire un abitacolo con 7 posti disposti su 3 file. Fabiano Polimeni

Tutte le auto al Salone di Los Angeles 2015 - parte 1