"Lo scandalo dieselgate infliggerà a Volkswagen danni finanziari sostanziali e dolorosi". Lo ha detto il ceo della casa tedesca, Matthias Muller, parlando alla riunione dei lavoratori nella sede centrale di Wolfsburg. Le implicazioni, ha aggiunto Mueller, terranno occupata Vw "per un lungo periodo di tempo" e ci vorranno alcuni anni per capire le effettive conseguenze del caso emissioni truccate. Intanto la procura di Parigi ha aperto un'indagine formale per "truffa aggravata" su Volkswagen a seguito delle rivelazioni della casa tedesca che aveva ammesso di aver truccato i dati sulle emissioni diesel. Il pubblico ministero aveva già aperto un'indagine preliminare a ottobre e la polizia francese aveva effettuato perquisizioni presso gli uffici della casa automobilistica tedesca in Francia, sequestrando materiale informatico. L'inchiesta riguarda i veicoli venduti in Francia. Vw aveva parlato di 946.092 veicoli potenzialmente coinvolti nel Paese transalpino.