Come se non fosse già abbastanza esclusiva la Continental GT Speed. Bentley amplia l'offerta della sua granturismo di punta e lo fa senza limitarsi a un'area geografica in particolare, come invece era accaduto con il lancio dei 10 esemplari di Black Speed riservati ad Australia e Nuova Zelanda. Ammesso che abbiate 176.300 sterline (al cambio attuale fanno oltre 221 mila euro), Bentley Continental GT Speed Black Edition vi aspetta, con soluzioni stilistiche riviste rispetto alla coupé da cui deriva. Non appaga a sufficienza la voglia di apparire la carrozzeria chiusa? Nessun problema, perché si potrà avere anche Convertible. Cabrio, per dirla meglio. 

Ci si aspetterebbe la classica introduzione di dettagli neri, come avviene solitamente per le caratterizzazioni di altri modelli. E, in effetti, gli alloggiamenti dei fari anteriori e posteriori, gli inserti sul paraurti dietro, sulle fiancate e lo splitter anteriore si trasformano in nero lucido per staccare con la tinta carrozzeria. Seguono il medesimo filone stilistico anche la cornice dei finestrini e le calotte degli specchietti, oltre al particolare più eclatante, i cerchi da 21 pollici cinque razze. Due, le soluzioni per le pinze freno - con la possibilità di avere anche un impianto carboceramico -: rosse o... nere. I più attenti noteranno anche la cornice interna della calandra lucida, a richiamare gli altri particolari. 

Pur essendo Black Edition, il cliente potrà optare per tutt'altra colorazione su alcune parti: Cyber Yellow, Hallmark, Beluga, St. James Red e a cambiar tinta saranno lo splitter, le minigonne, gli specchietti e l'elemento sul paraurti posteriore, appena sotto i terminali di scarico. Gli interni si caratterizzano per l'inserto in fibra di carbonio sulla plancia davanti al guidatore e al centro, nonché per l'accostamento di due diverse tonalità di pelle, dai sedili Mulliner GT ai rivestimenti delle portiere. Pelle trapuntata, cuciture a contrasto e inserti colorati, tra il Cyber Yellow, Porpoise, Belunga e Pillar Box Red.

Deciso come dovrà essere la Continental GT Speed Black Edition dei sogni, sotto al cofano ritroverete il W12 biturbo 6 litri con una manciata di cavalli in più, in totale fanno 642, con 840 Nm di coppia massima (+20 sulla precedente versione) spalmati in un arco di giri più ampio, merito di una ricalibrazione della pressione di sovralimentazione: da 2.000 a 5.000 giri/min la spinta sarà sempre esaltante. L'opulenza tipica Bentley non preclude alla granturismo di passare da zero a cento orari in 4"1. Si misura in ore, invece, il tempo necessario per realizzarla: 110 quelle complessive, 30 persone e 12 ore e mezza di lavoro per il solo motore, altri artigiani specializzati per gli interni. Anche questo, se non soprattutto questo, è Bentley. Le prime consegne sono attese in estate.

Interni in pietra? Sulle Mulliner si può

Bentley Bentayga, a Crewe ora anche un suv