E’ trascorso oltre un anno da quando SEAT stupì il Salone di Ginevra svelando la 20v20, concept car che prefigurava la nuova Ateca, prima sport utility nella lunga storia del marchio di Martorell e terzo pilastro della famiglia assieme alle bestseller Ibiza e Leon. Ateca è un modello fondamentale: i SUV compatti rappresentano la fetta più golosa del mercato auto e il marchio (che nel 2015 ha registrato ricavi da record), ha tutta l’intenzione di darle un bel morso. 

Gli assi nella manica non mancano, a partire dal listino prezzi, che parte da 20.850 euro per la versione 1.0 EcoTSI da 115 cv in allestimento Reference. Quattro le versioni tra cui scegliere: la già citata entry level Reference, le intermedie Style e Advance e la top di gamma Xcellence. Di serie sull’allestimento base il sistema di infotainment il Media System Touch, i cerchi in lega da 16”, i fari alogeni con luci diurne a LED, i fari fendinebbia anteriori con funzione cornering, gli alzacristalli anteriori e posteriori elettrici, il bracciolo anteriore, il climatizzatore manuale, il freno di stazionamento elettrico, 7 airbag, ABS, ESC, ASR e l’XDS, il front assist e l’Hill Hold Control, il sistema Isofix + Top Tether e il sistema di riconoscimento della stanchezza.

La versione Advance aggiunge alla precedente il sistema di navigazione con 8 altoparlanti e display touch 8’’, i fari full Led e luci di cortesia, l’illuminazione interna a Led e luce ambiente multicolor, oltre alla retrocamera posteriore e il Seat Drive Profile. La versione top di gamma Xcellence, infine, i sedili sportivi rivestiti in Alcantara marrone, i cerchi in lega da 18”, i mancorrenti al tetto e finiture cromate dei finestrini, i vetri posteriori oscurati e il sistema Kessy. Tra gli equipaggiamenti a richiesta ci sono il Connectivity Pack, il sistema di riscaldamento remote control e il portellone elettrico con sistema handsfree che, con un semplice movimento del piede, permette di aprire e chiudere il bagagliaio comodamente.

Il design è tipicamente Seat: Ateca è stata disegnata da Alejandro Mesonero Romanos, “padre” della Leon, da cui eredita le linee fondamentali, portandole a uno step successivo, con un aspetto più robusto e funzionale da vera sport utility, con la linea del cofano alta e le fiancate scolpite, che danno un’idea di forza. 

La linea grintosa si abbina a una lunghezza di 4,36 metri abbinata a un vano bagagli di 510 litri nella configurazione standard o 485 litri nelle versioni a trazione integrale. Gli interni sono coordinati al design degli esterni, combinando dinamicità e solidità a una seduta anteriore rialzata, che garantisce un’ottima visibilità del frontale della vettura. La nuova luce ambiente “a cascata” rappresenta un’ulteriore peculiarità degli interni: l’illuminazione delle porte consente ai passeggeri di scegliere tra otto diversi colori quello che meglio si adatta al “mood” del viaggio.

Sotto al cofano un’ampia gamma di motori turbo (Euro6) Volkswagen abbinabili anche alla trazione integrale 4Drive e al cambio automatico DSG. Al lancio Ateca è offerta nelle seguenti motorizzazioni: 1.0 EcoTSI 115 CV, 1.4 EcoTSI ACT 150 CV, 1.6 TDI CR 115 CV, 2.0 TDI CR 150 CV, 2.0 TDI CR 150 CV DSG, 2.0 TDI CR 150 CV 4DRIVE e il 2.0 TDI CR 190 CV 4Drive DSG. Successivamente, arriveranno anche le versioni benzina 1.4 EcoTSI ACT 150 CV DSG e 1.4 EcoTSI 150 CV 4Drive DSG.