Firenze e Santorini. Non mete di vacanza, ma rispettivamente il rosso e il nero di Range Rover Evoque Ember Edition. Si presenta così il suv, con carrozzeria 5 porte, un look ancor più aggressivo dei tradizionali allestimenti, a cominciare da quel HSE Dynamic che costituisce la base di sviluppo. Tre mesi di tempo per ordinarne un esemplare, le prime consegne da settembre, questa la roadmap per vedere in strada le prime Evoque rossonere. Quale che sia la fede calcistica, la resa estetica è di assoluto rilievo. 

Gli accenti in Firenze Red sono posizionati sapientemente: sul paraurti anteriore, a incorniciare il tetto, sullo spoiler e l'elemento che idealmente replica un diffusore. Tutto il resto è in nero Santorini, lucido ed elegante, completato da fari anteriori e posteriori con plastiche brunite, cerchi in lega da 20 pollici, scuri come i terminali di scarico e la calandra con motivo a maglie ampie. 

L'accostamento di due colorazioni prosegue a bordo, dove i sedili sportivi in pelle presentano cuciture a contrasto rosse, richiamate dai tappetini, mentre l'illuminazione supplementare sui pannelli porta e il tunnel, crea un ambiente ancor più d'impatto; ma è in plancia che troviamo la novità di maggior interesse, non fosse altro perché sarà elemento comune alle Range Rover Evoque model year 2017. Di serie sugli allestimenti HSE Dynamic e Autobiography, dopo l'esordio su Evoque cabrio, l'infotainment InControl Touch Pro sbarca sulla variante coperta del suv. Schermo da 10,2 pollici di diagonale, funzione pinch-to-zoom per operare come se si avesse un tablet tra le mani, schermata iniziale configurabile, sono solo alcune delle caratteristiche. La risoluzione del display è di 1280x542 pixel e, grazie a un'app per smartphone, sarà possibile sincronizzare il tragitto con il sistema a bordo, automaticamente. C'è di più, perché la navigazione - oltre ad avere mappe 3D - permette la comunicazione senza interruzione con lo smartphone e guida l'automobilista anche negli ultimi metri a piedi, indicando, se necessario,  l'integrazione con i mezzi pubblici per arrivare a destinazione. 

Altra peculiarità del nuovo infotainment, di serie su Evoque Ember Edition, la presenza della telecamera a 360°. La gamma 2017 del suv, in aggiunta, guadagna il sistema Low Traction Launch, già visto su altri modelli del gruppo Jaguar-Land Rover e grazie alla quale si ottimizza la fase di partenza su fondi viscidi, a basse velocità, garantendo una motricità superiore. 

Range Rover Evoque cabrio, la prova su strada

Jaguar-Land Rover, i piani futuri