Il sapore della sfida, il gusto della bellezza, l’originalità del tailor made applicato all’automobile. Garage Italia Customs è tutto questo, un piccolo grande laboratorio nel quale una vettura diventa qualcosa di unico, quasi un abito di alta sartoria realizzato su misura per il suo proprietario. Un proprietario che la vuole diversa, unica, sensazionale.

Il brand creato da Lapo Elkann e Carlo Borromeo, soci di Garage Italia insieme a Lorenzo Landini, ha realizzato un sogno: quello di trasformare un modello su quattro ruote in un’opera d’arte nella quale alla fantasia e la creatività salpa a vele spiegate e raggiunge i confini dell’impossibile. Siamo a Milano, Piazzale Accursio, e tra breve l’ex storica stazione di servizio dell’Agip diventerà la futuristica sede di Garage Italia Customs.

Al suo interno, i designer del brand avranno il compito di scegliere un motivo scelto ad hoc “dal” e “per” il cliente e starà poi ai Maestros di questo specialissimo atelier realizzarlo sull’automobile. L'ultima creatura  uscita da questo Garage delle Meraviglie è una fluorescente BMW i8, un esemplare unico che Garage Italia ha customizzato per festeggiare i 50 anni di BMW Italia.

Ci spiega Lapo Elkann: “La BMW i8 Futurism Edition è un esercizio di stile che ha permesso ai Maestros di Garage Italia Customs di celebrare una vettura proiettata verso il futuro della mobilità e al tempo stesso l’arte italiana di Giacomo Balla, esponente di rilievo del movimento futurista. Balla e i grandi artisti di quel periodo guardavano al futuro così come noi pensiamo al domani dell’automobile. La pellicola utilizzata per la i8 secondo la tecnica del car wrapping è ispirata a un quadro incredibile di Balla, “Lampada ad arco” del 1909 nel quale un lampione, al chiaro di luna, proietta una luce piena di segnali veloci e spezzati di colori puri. Questa i8 Futurism EdiL’equipe che lavora all’interno di Garage Italia Customs è composta dalla squadra che ha creato per Ferrari il servizio Tailor Made e dai migliori tecnici specializzati del settore automotive: nel campo della verniciatura, del wrapping e della realizzazione degli interni. È stato Lapo Elkann a scegliere per loro la definizione di “Maestros”.

Carlo Borromeo, direttore creativo in Garage Italia ci racconta: “Il nostro è un lavoro di squadra. Si parte dal disegno per poi trasferirlo su un’automobile, o su un altro oggetto come può essere una barca, un elicottero ma anche un mobile o un altro oggetto di arredamento. Nella nuova sede di Piazzale Accursio accoglieremo il cliente, ascolteremo le sue richieste e procederemo all’assemblaggio, alla pellicolatura, mentre la verniciatura e la definizione degli interni viene affidata ai nostri fornitori, i migliori. Chi sono i nostri clienti? Professionisti affermati, dandy, ragazzi che vogliono distinguersi, molte donne…”.

L’avventura di Garage Italia Customs è nata sei anni fa, come ci racconta Borromeo: “Il mondo dell’auto mi ha sempre attratto pur essendo di formazione un designer industriale. Dopo esperienze a New York in questo campo, sono rientrato in Italia, ho lavorato per Giugiaro e ho poi aperto una società di progettazione e consulenza per il design. La Borromeo & Da Silva. Con Lapo ci siamo poi inventati per Ferrari un servizio di personalizzazione delle Rosse. Da qui l’idea di rendere queste customizzazioni accessibili a qualsiasi automobile, anche una Smart”. In questi anni, così, sono nati modelli incredibilmente originali come i Suv “Terra Arsa” della Mercedes ispirati al deserto, la Fiat 500 dedicata alla saga di Star Wars, la Abarth 500 di Lapo stile pied-de-poule, l’Alfa Romeo 4C La Furiosa realizzata in esemplare unico, le Jeep Renegade a ritmo di jazz realizzate per il Festival di Montreaux.

Esemolari di automobili nelle quali il tailor made di Garage Italia Customs dà libero sfogo alla propria fantasia attraverso due tecniche, quello del car-wrapping e quello della verniciatura della carrozzeria. Spiega Borromeo: “Tecnicamente tutto parte dal disegno e poi si passa alle pellicole. Il carwrapping ha prezzi che variano a seconda della dimensione della vettura e della complessità della lavorazione richiesta, partendo da 1500 euro fino a oltre 4.000 euro se si utilizzano pellicole speciali. L’altra possibilità è la verniciatura perché un disegno come quello fatto sulle Renegade per il Festival di Montreaux non era possibile farlo con le pellicole che, essendo elastiche, tenderebbero a distorcersi”.

I tempi d’attesa per accomodarsi all’interno della propria auto personalizzata dai Maestros di Garage Italia Customs sono sorprendentemente ridotti, non bisogna aspettare settimane: “Lapo trasferisce a tutti un’energia incredibile: ci occorrono tre giorni per il car-wrapping e una settimana circa per la lavorazione con la verniciatura”. Per gli interni la scelta a disposizione dei clienti è infinita: “Possiamo offrire veramente di tutto per la personalizzazione del proprio abitacolo. Tutto nel segno della miglior sartoria italiana: tessuti molto raffinati, cachemire, pelli incise, persino un panno morbidissimo lavabile per chi fa viaggiare figli piccoli sui sedili posteriori”.

Il fervore creativo, in queste settimane, va pari passo con l’attesa di togliere i veli alla nuova sede in Piazzale Accursio: “È da sempre il nostro pallino, quando passavamo davanti a questo immobile storico ci guardavamo sussurrando: un giorno sarà là che Garage Italia avrà la sua sede. Lo volevamo a tutti i costi, abbiamo partecipato a un’asta e, alla fine, ci siamo riusciti. Palazzo Accursio sarà la simbolica sede di un’Italia vincente, creativa, forte”. Il sogno del futuro alimenta le giornate di Carlo Borromeo, Lorenzo Landini e di Lapo che aggiunge: “Ci piacerebbe implementare all’estero il concetto di tailor made legato all’automobile che Garage sta offrendo. Affinare la sensibilità per il bello rappresenta l’emblema di un gusto e di un saper fare tutto italiano”.