Come anticipato dal presidente BMW Italia, Sergio Solero, lo scorso 30 settembre al Salone di Parigi, DriveNow sbarca a Milano. E si preannuncia una piccola rivoluzione nell'ambito della mobilità urbana, evolvendo in ottica premium quanto iniziato da servizi di car sharing come Enjoy e Car2Go. Perchè da oggi si condividerà per pochi euro anche l'auto di segmento premium, anche la spider da 40 mila euro.

Si parte in quarta, con una flotta di ben 480 auto: 100 Serie 1 (qui la nostra prova della tre cilindri), 110 Serie 2 Active Tourer, 20 Serie 2 Cabrio, 120 Mini Cooper 5 porte, 80 Mini Cooper Clubman e 50 Mini Cooper Cabrio, che entro la fine dell'anno verranno seguite da 20 BMW i3 elettriche, raggiungendo quota 500 vetture, disponibili su un’area operativa di 126 km2 compresa tra il quartiere Gratosoglio a sud, la stazione di Milano Bruzzano a nord, il cimitero di Lambrate a est e il parco divertimenti Acquatica Park a ovest. È inoltre in fase di definizione l’inclusione dell’area operativa degli aeroporti di Milano Linate e Malpensa


 
Il funzionamento è simile a quello dei servizi già esistenti: è sufficiente aprire l’app dal proprio smartphone e selezionare il momento e il luogo in cui si vuole noleggiare un’auto. La vettura resta a disposizione per 15 minuti senza alcun costo di prenotazione addebitato e, una volta raggiunta, è possibile aprire l’auto tramite la Card DriveNow o tramite app disponibile anche su smartwatch. Inserendo il codice pin richiesto si attiva il noleggio: la tariffa base al minuto varia da 31 a 34 centesimi (per i modelli BMW Serie 2) e comprende i costi di benzina, assicurazione, parcheggio (strisce blu, strisce gialle) e l'ingresso nell'Area C. Durante il noleggio è possibile sostare in qualsiasi parcheggio consentito al costo di 20 centesimi al minuto. Per terminare il noleggio, è sufficiente lasciare l’auto in un parcheggio consentito all’interno dell’area operativa. All’interno dell’area verde gratuita, pari a 78 km2, il parcheggio non prevede costi aggiuntivi. Ai clienti che, invece, vorranno lasciare l’auto nell’area esterna gialla a pagamento, verrà addebitato un costo extra di €4,90. 

“Milano si è già dimostrata particolarmente ricettiva, registrando nei primi giorni di disponibilità di sito e app oltre 20.000 iscrizioni: un vero e proprio record!” commenta Andrea Leverano, Managing Director DriveNow Italia. “In un mercato in cui il car sharing registra crescite esponenziali e che per questo è anche particolarmente competitivo e complesso, siamo convinti che i cittadini di Milano siano pronti per un servizio di alta qualità”.