L'intrigante crossover compatto ibrido Toyota C-HR ha cominciato ad essere assemblato presso lo stabilimento di Sakarya, in Turchia, dove sono già costruite Corolla e di Verso.

TOYOTA CH-R AL SALONE DI PARIGI 

E' la terza vettura ibrida prodotta alle nostre latitudini, assieme a Yaris Hybrid (Francia) ed Auris (Regno Unito). 

Il C-HR è la prima vettura costruita al di fuori del Giappone utilizzando la nuova architettura Toyota New Global Architecture (TNGA). La produzione dello stabilimento turco passerà da 150.000 a 280.000 vetture l’anno. 2.000 persone si aggiungeranno gradualmente allo staff di dipendenti dello stabilimento (attualmente circa 5.000) e la produzione verrà suddivisa in tre turni. 

Il nuovo Toyota C-HR è frutto della collaborazione tra diversi stabilimenti di produzione e fornitori europei
Il nuovo powertrain ibrido sarà costruito presso Toyota Manufacturing UK (TMUK), mentre la trasmissione manuale del motore 1.2 Turbo sarà prodotta in Polonia, presso lo stabilimento Toyota Motor Manifacturing Poland di Walbrzych. Nello stesso stabilimento, inoltre, è previsto l’avvio della produzione delle trasmissioni ibride a partire dal 2018, trasmissioni attualmente prodotte in Giappone

Dei 135 fornitori esterni, ben 134 hanno stabilimenti in Europa e 71 in Turchia
Con l’ingresso di C-HR, la percentuale di vetture prodotte localmente e vendute in Europa raggiungerà la quota del 75% annuale.