Al centro delle cronache per i colloqui con GM e la possibilità di un'acquisizione di Opel, il gruppo PSA annuncia il piano Sochaux 2022, per la modernizzazione dello storico impianto nell'est della Francia. Un investimento da 200 milioni di euro permetterà di incrementare la capacità produttiva fino a 400 mila veicoli l'anno, ampliare il numero di modelli con carrozzerie diverse tra loro assemblabili, riorganizzare e razionalizzare il flusso oggi rallentato da una struttura dispersiva, che richiede ben 24 chilometri di nastri trasportatori e l'impiego di decine di camion quotidianamente per spostare da un reparto all'altro i componenti di un veicolo.

La creazione di un nuovo edificio per lo stampaggio permetterà la gestione di silhouette fino a sei diverse soluzioni, nonché la produzione di parti in alluminio e in acciaio da una pressa a trasferta. La gestione delle parti tra l'area dello stampaggio, la verniciatura, il montaggio, la logistica, il controllo qualità e lo scambio con l'area industriale e i fornitori, verrà snellita e le postazioni degli operai migliorate nell'ergonomia.

Oggi dall'impianto di Sochaux esce il suv Peugeot 3008 e sulla medesima linea verranno assemblati alcuni veicoli Opel, frutto della partnership esistente tra i due gruppi.