Dall'esperienza dell'auto un rimedio per i neonati che hanno difficoltà a prendere sonno e fanno dannare la famiglia. 

Soprattutto i neo genitori, che alle prese con l’arrivo di un bebè in famiglia, spesso affrontano notti insonni trascorrendo le ore a cercare un rimedio per far sì che i bimbi crollino e finalmente dormano.

Di solito, un buon metodo per conciliare il sonno dei bebè è quello di mettersi al volante e lasciare che il piccolo si addormenti cullato dalla vettura. Oure questo però, comporta per mamma e papà la perdita di molte ore di riooso. Secondo le statistiche neo genitori possono ambire a poco più di 5 ore di riposo per notte, perdendo l’equivalente di 44 giorni di sonno durante il 1° anno di vita del bambino.

Ford corre incontro a papà e mamma, con lo sviluppo una culla in grado di simulare – nel comfort della propria casa – il movimento dell’auto, nonché le luci e i suoni tipici della guida durante le ore notturne.

Sembra una normale culla, la Max Motor Dreams si gestisce attraverso una app per smartphone, che prima registra e poi riproduce l’oscillazione, le luci e i suoni, vissuti in un determinato viaggio.

Alejandro López Bravo, Designer di Max Motor Dreams, dello studio creativo Espada y Santa Cruz, che ha progettato il pluripremiato oggetto, ha detto: "Max Motor Dreams potrebbe migliorare, davvero, la vita quotidiana di molte persone". Per il momento, Max Motor Dreams è un progetto pilota. Ma dopo le numerose richieste, la società sta pensando alla produzione su larga scala dell’innovativa culla.