La luce in fondo al tunnel per il Biscione e il Tridente. Sergio Marchionne ha definito la situazione per Alfa Romeo e Maserati. A margine della presentazione dei risultati economici, con un +11% negli utili nel primo trimestre 2017, ilnumero uno di FCA espresso le sue previsioni.

"Al momento con Alfa Romeo e Maserati stiamo ancora perdendo soldi. Siamo nelle previsioni. La situazione sarà migliore nel 2018. Alfa farà utili a partire dal quarto trimestre del 2017. Per questo anno fiscale, il Biscione e il Tridente secondo dovrebbero raggiungere un target di 230.000 unità. Si tratta di circa il 2,5% del mercato globale delle auto premium". 

Marchionne ha tracciato uno scenario non dissimile da quello che aveva auspicato per la fine del suo mandato, al termine del 2018. Con l'obiettivo di avere un cash flow di cinque miliardi di euro.

Il piano di FCA va avanti, con un lampo rilanciato da Marchionne. Che non ha escluso una possibilità di uno spin-off, simile a quello concesso a Ferrari per premiare gli azionisti, di Jeep e Ram, due marchi che negli ultimi anni sono stati capaci di portare molti danari alla causa di Fiat Chrysler Automobiles.