Challenge Pro e Challenge Lite per scendere in pista. Sei appuntamenti, quelli del MINI Challenge 2017. MINI John Cooper Works Petrolhead Edition, invece, dedicata ai "malati" incurabili delle quattro ruote, i Petrolhead, appassionati duri e puri. Fanatici e cultori dell'auto ai quali si rivolge l'edizione esclusivissima della MINI, per prezzo e tiratura. Solo sei esemplari proposti sul mercato italiano, un settimo, lo 00, resterà in BMW Italia. Gli ordini sono aperti dal 27 aprile e sarà necessario staccare un assegno importante per far parte della ristretta cerchia dei Petrolhead: 50 mila euro (il listino della JCW "ordinaria" parte da 31.350 euro). 

La personalizzazione estetica è evidente ma non costituisce il fattore determinante. Tinta carrozzeria Red Chili, nessun'altra alternativa. Tetto con Union Jack tono su tono, nero lucido su nero opaco, proseguendo con le bande adesive sul cofano motore, le cornici dei fari anteriori e posteriori nere, il numero dell'esemplare riportato sulla portiera lato guida. Andando oltre troviamo elementi in fibra di carbonio, dalle cover delle maniglie alla cornice della presa d'aria sul cofano, fino ai terminali di scarico e l'inserto sul paraurti replica di un diffusore. Il tappo del serbatoio e le calotte degli specchietti sono anch'essi realizzati in fibra.

Il vero Petrolhead apprezzerà maggiormente i cerchi in lega alleggeriti, 2,5 kg in meno su ciascuna ruota, da 17" e nella versione Evo Corse Sanremo, gommati con pneumatici semi-slick Pirelli Trofeo R nella misura 205/45 R17. Grip extra, masse ridotte, da abbinare a un assetto regolabile, John Cooper Works Pro, dall'altezza registrabile tra -10mm e -30 mm. Della linea PRO anche lo scarico con valvole a controllo remoto per variare la tonalità.

MINI John Cooper Works, la prova

L'abitacolo sfoggia sedili sportivi in pelle e microfibra Dinamica, poggiatesta integrati e logo Petrolhead Edition inciso, lo stesso proposto sui tappetini, accanto al numero dell'esemplare in questione. La plancia adotta modanature in carbonio nella fascia centrale e sui pannelli porta. Per tenere sotto controllo la prestazione, invece, largo al Chrono Cockpit, posto dietro il tachimetro e composto dal manometro del turbo, l'indicatore di pressione dell'olio e il cronometro per registrare i tempi sul giro. 

LA GAMMA MINI E IL LISTINO PREZZI