DS7 Crossback, la "prima mondiale" su strada è stata con Macron sui Champs Elysees.

Proprio così, Emmanuel Macron, nuovo Presidente della Repubblica francese, ha utilizzato una DS7 Crossback nella cerimonia che lo ha condotto all’Eliseo. Per la vettura presentata tre mesi fa al Salone di Ginevra si è trattato della prima uscita pubblica. Le prime consegne sono infatti per gennaio 2018.

Su misura. La DS7 Crossback presidenziale è dotata di un tettuccio apribile, attraverso il quale Macron, ottavo capo di Stato francese, ha potuto sporgersi per salutare il pubblicoSpecifica la vernice blu inchiostro, i badge della Repubblica francese oltre alle classiche bandiere.

Nell'abitacolo spiccano gli interni in pelle nera Black Art, appositamente nominati Opera Inspiration in omaggio al quartiere parigino, i cerchi in lega da 20 pollici hanno decorazioni dorate con le iniziali RF (Republique Francais). A bordo il sistema DS Connected Pilot, passo verso la guida autonoma, il DS Active Scan Suspension, l'assetto attivo che grazie alle videocamere anticipa dossi e ondulazioni del terreno. La DS7 Crossback presidenziale sarà in mostra da domani al DS World di Parigi subito dopo la cerimonia di insediamento del nuovo Presidente della Repubblica francese.

Le dimensioni della DS7 Crossback sono 4 metri e 57 centimetri di lunghezza, 1 metro e 89 di passo per 1 metro e 62 di altezza. Lo spazio per i bagagli è di 628 litri.

Il top di gamma sarà la ibrida plug-in, attesa dalla primavera 2019, con al motore turbo da 200 cavalli e due propulsori elettrici, ciascuno da 109 cavalli- Uno sull'asse anteriore, uno al posteriore. La potenza di sistema sarà di 300 cv. L'autonomia di marcia in modalità elettrica raggiungerà i 60 km, assicurati da un pacco batterie da 13,7 kWh che si ricarica in 4 ore e mezza dalla presa domestica o in 2 ore e mezza tramite il caricatore rapido da 6,6 kWh.

Nel 2018 arriveranno tre turbo benzina e due turbodiesel. Thp da 225 cavalli, seguito dalla versione 180 cavalli, entrambe accoppiate al cambio automatico 8 marce, progetto che garantisce il 4% di miglioramento dei consumi sul precedente EAT6, un contenimento del peso di 2 kg e un'ottimizzazione tale da sfruttare al meglio il propulsore ai bassi regimi. Il terzo benzina sarà il PureTech 130 cavalli con cambio sei marce.

I diesel saranno il BlueHdi 130 cavalli con trasmissione 6 marce (EAT8 a richiesta) al BlueHdi 180 cavalli EAT8.