Fiat Argo è il nuovo asso della Manica del Gruppo in Brasile. Un modello chiave, perchè Chevrolet ha preso la leadership del mercato ed FCA cerca di controbattere.

Ha le dimensionsi della nostra classica utilitaria: una segmento B. Che in sudamerica però ha un prestigio più alto. Si tratta di una cinque porte, lunga quattro metri, con un passo di 2,51 metri e la piattaforma MP1, in gran parte nuova. E' l'erede della Punto in Brasile e potrebbe esserlo, per dimensioni e dotazioni anche da noi, ma al momento  non è prevista sul mercato italiano. Dalla Argo nasceranno tre varianti: una berlina, un pick-up e un SUV, sempre per il mercato latino. 

Cuore speciale. I motori sono il mille tre cilindri Firefly (la nuova famiglia di modulari) da 77 cavalli, continua con il 1.3 Firefly a quattro cilindri da 109 cv e arriva al più potente 1.8 EtorQ da 139 cavalli per la Argo HGT. La più sportiva della gamma.

Spicca per un design profondamente rinnovato: la Fiat Argo vuole conquistare soprattutto il pubblico giovane. Nella dotazione tra i dettagli hitech, spiccano le luci a Led all’esterno e l'infotainment sviluppato con schermo da 7” e compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. Ci sono altri dettagli non banali come la strumentazione personalizzabile, le bocchette d’aria circolari o la fascia centrale della plancia in tinta con la carrozzeria confermano lo spirito dinamico.

L'abitabilità è un altro fattore importante: il bagagliaio parte da una capienza di 300 litri. C’è anche la versione speciale Mopar, realizzata in 1.000 esemplari, per chi cerca il top. Gli allestimenti “convenzionali” sono comunque sette. Dalla Argo dipende molto del futuro a breve termine del Marchio in Sudamerica.