Sempre esclusiva ed affascinante, ecco l'ultima perla di Gaydon. L'Aston Martin Vantage AMR passa dalla pista alla strada: è un esordio. Questa edizione speciale è il primo modello Aston Martin Racing a entrare in produzione.

La Vantage AMR sarà disponibile in versione roadster e coupé, con due motori per i 300 esemplari prodotti. Per 200 di questi il propulsore sarà il V8 da 4.7 litri e 436 cavalli, invariato rispetto alle versioni classiche. Le 100 unità più spinte monteranno invece il V12 da 5.9 litri, la cui cavalleria è passata da 572 a 604 cavalli. Entrambe le versioni sono abbinabili al cambio automatico con paddle al volante o al manuale.


L’auto, ispirata alla V8 Vantage GTE che partecipa al Mondiale Endurance, verrà presentata il prossimo weekend, durante la 24 Ore di Le Mans. Le consegne partiranno da fine 2017, il costo 126.995 euro per il mercato tedesco.

Saranno quattro i colori, in linea con la tradizione. Bianco Stratus (con grafiche arancioni), Nero Ultramarine (grafiche blu), Blu Zaffre (grafiche rosse) e Argento Scintilla (grafiche grigie). Poi lo “Halo Pack“, in onore della Vantage GTE campione del mondiale Endurance. Per questa versione, la tinta è Verde Sterling con grafiche verde lime e la possibilità di dipingere la Union Jack nel logo Aston Martin. Tutto estremamente british e classico.

La Vantage AMR  sarà altamente personalizzabile. Il pacchetto aerodinamico Aero Kit è di derivazione corsaiola e sviluppato con AMR. Tanto utilizzo di fibra di carbonio in numerosi componenti estetici e aerodinamici. I cerchi che riprendono quelli della Vantage AMR Pro mostrata a Ginevra quest’anno. Lo scarico in titanio è 14 kg più leggero rispetto a quello di serie. Un accessorio che sarà sicuramente apprezzato.