Finalmente s’è mostrata in azione. L’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio ha fatto il record al Nurburgring per i SUV. Promessa mantenuta, quasi un anno dal proclama di Marchionne. La versione più potente, e attesa, dello sport utility del Biscione ha fermato il cronometro a 7 minuti, 51 secondi e 7 decimi.

Prestazione da incorniciare. Lungo i 20,8 km della “Nordschleife”, con 172 curve (di cui 84 a destra e 88 a sinistra) la Stelvio Quadrifoglio ha fatto valere all’abbinamento tra il sistema di trazione integrale Q4 e il motore di origine Ferrari 2.9 V6 Twin-Turbo da 510 CV. Ai quali si aggiungono il differenziale Torque Vectoring e lo Chassis Domain Control (CDC).

Ora Alfa detiene ha due record sul giro al Nurburgring. Con Giulia Quadrifoglio per la categoria quattro porte di serie, con 7 minuti e 32 secondi. E con Stelvio Quadrifoglio, per categoria SUV, che ha migliorato di otto secondi il precedente primato. Al volante in tutte e due le occasioni Fabio Francia

Il V6 e il pacchetto speciale. Il 2.9 a iniezione diretta 24 valvole Twin-Turbo Intercooled, eroga 510 CV di potenza e 600 Nm. Ed è abbinato per la prima volta,al sistema di trazione integrale Q4, mentre il cambio automatico a otto marce ha una calibrazione specifica che consente cambiate in soli 150 millisecondi in modalità Race. Il propulsore ha una struttura a 90° compatta ed è stato disegnato al fine di mantenere basso il baricentro all’interno del telaio.

La Stelvio Quadrifoglio ha il selettore Alfa DNA Pro con quattro modalità di guida (inclusa la Race) e le sospensioni adattive Quadrifoglio.