E’ un addio convincente, quello che dà al suo pubblico. Il prossimo capitolo della sportività integrale in casa Subaru è atteso dalla concept Viziv Performance, visione evoluta fresca di presentazione, al Salone di Tokyo. Raccoglierà il testimone da Subaru WRX STI e lo farà ricorrendo a una nuova architettura, motori e contenuti tecnologici. La WRX STI Final Edition è destinata al mercato britannico, 150 esemplari, numerati, che si distinguono per una dotazione di serie votata al perfezionamento delle prestazioni dinamiche, senza intervenire sul cuore boxer 2,5 litri da 300 cavalli, architettura che è emblema del marchio, al pari della trazione integrale simmetrica. 

Proprio sul funzionamento del differenziale centrale, arriva la prima novità di WRX STI Final Edition, con l’introduzione di un dispositivo interamente a controllo elettronico nella ripartizione della coppia tra i due assi. Secondo intervento legato all’impianto frenante. I dischi Brembo hanno un diametro maggiorato e sono abbinati a pinze e materiale d’attrito specifico per la riduzione del fading. Il tocco estetico è nella colorazione gialla delle pinze.

Di serie, i cerchi in lega da 19 pollici, un paraurti anteriore rivisitato nella griglia centrale e l’immancabile presenza dei badge distintivi sulle portiere. La scelta di Subaru di una Final Edition WRX STI suggerisce l’utilizzo di altri nomi per il prodotto di serie che deriverà dal concept Viziv Performance.

La personalizzazione degli interni inizia dagli inserti color nero lucido sparsi sulla plancia, prosegue con l’offerta di serie di uno schermo da 5,9 pollici nella parte superiore della plancia, l’infotainment con radio DAB e la telecamera posteriore per facilitare le manovre di parcheggio. Una seconda camera, posta dietro al parabrezza, monitora le condizioni di traffico e gestisce la transizione da abbaglianti ad anabbaglianti dei fari anteriori a led, anch’essi standard. Proiettori che, High Beam Assist a parte, sono di tipo adattivo. A bordo di Subaru WRX STI Final Edition si sta seduti su sedili riscaldabili (quelli anteriori), circondati da cuciture a contrasto, rosse come le cinture di sicurezza e gli inserti sui fianchetti dei sedili.

I 150 esemplari destinati al Regno Unito sono in vendita con un listino appena superiore ai 38 mila euro.

LA GAMMA SUBARU E IL LISTINO PREZZI