BMW M3 CS, arriva un'altra serie speciale (1.200 esemplari) della celeberrima berlina super sportiva bavarese. Un affinamento che non conosce sosta, stavolta sulla versione a quattro porte. Con l'impressione di essere sempre alla rincorsa dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio.

In questa versione ll sei cilindri in linea di tre litri TwinPower Turbo arriva 460 cavalli di potenza e a 600 Nm di coppia. Garantendo un’accelerazione da 0 a 100 in 3,9 secondi e una velocità massima di 280 km/h. Il cambio è il noto M DCT doppia frizione a 7 marce. Un connunbio indibbiamente riuscito.

Che in pista ha funzionato bene, perchè M3 CS ha girato al Nurburgring in 7 minuti e 38 secondi. Sono comunque sei secondi in più della Giulia Quadrifoglio (7’32”) che dalla sua  50 cavalli in più (510), ha la stessa coppia (600 Nm). E offre la stessa accelerazione (da zero a cento in 3″9). Ma raggiunge una velocità massima di 307 km/h. Oltre la soglia dei trecento: un vantaggio psicologico.

La M3 CS rispetto alla M4 CS beneficia di un una riduzione del peso di 50 kg, grazie all’adozione della fibra di carbonio in molti elementi. Tra i quali tetto e spoiler . E’ dotata delle sospensioni adattive M, differenziale attivo a slittamento limitato e cerchi  da 19” davanti e 20” dietro, con pneumatici Michelin Pilot Super Sport. Nell’abitacolo risaltano gli sportivissimi sedili ricoperti in pelle bicolore, con dettagli in Alcantara. Che mantengono lo stile tipico delle M.