Arriva il generale Inverno per il Codice della Strada. Dal 15 novembre entra in vigore l'obbligo della dotazione invernale, nelle Regioni, Provincie e Comuni che la richiedono. Per dotazione invernale, a bordo o montata, ovviamente si intendono catene da neve e pneumatici termici
 
Attenzione però, non è un obbligo per tutta l'Italia. Potrete trovare tutte le disposizioni sul sito dell’ANAS, sul quale sono divise anche per regioni, provincie e comuni: impossibile sbagliarsi.

Nel caso, sono previste le multe. Da un minimo di 41 euro per i centri abitati, 84 euro fuori, fino a un massimo di 318 euro. Saltano anche 5 punti sulla patente ed è previsto anche il fermo del veicolo.

Ovviamente bisogna verificare che la propria dotazione invernale sia omologata. Si tratta di pneumatici della misura prescritta dal libretto di circolazione. Sulla spalla ci deve essere il disegno del fiocco di neve e della montagna, oppure la dicitura “M+S”. Che è presente anche sule gomme All Season, le quattro stagioni.

Le gomme termiche possono avere un codice di velocità inferiore a quello previsto per il veicolo su cui vengono montate, secondo quanto stabilisce la Direttiva 92/93/CE. Non è prescritto, ma ovviamente conviene montare tutte e quattro le coperture termiche, invece che due sulle eventuali ruote di trazione.

Stesso principio anche per le catene da neve, che devono essere della misura corrispondente. Attenzione, oltre alle classiche metalliche sono omologate anche le catene composite (in tessuto e fibra di carbonio). 

‎Le calze da neve AutoSock possono essere utilizzate sulle strade pubbliche e su quelle in concessione a privati, in presenza dell’obbligo di pneumatici invernali o di avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio,  senza incorrere in sanzioni per violazioni del Codice della Strada.

 

PNEUMATICI: TUTTE LE MARCHE E TUTTI I PREZZI