La Fiat Panda terza serie ha raggiunto un milione di esemplari prodotti. L'evento è stato festeggiato nello stabilimento di Pomigliano d'Arco. Un traguardo importante per la generazione che è in produzione dal 2012. Che ha proseguito un successo che continua da 37 anni. La Panda arrivò sul mercato nel 1980: la prima serie rimase in vendita per ben 23 anni, con un aggiornamento nel 1986. Nel 2003 arrivò la seconda generazione, che è rimasta sul mercato fino al 2013, affiancando per qualche tempo il modello attuale. Il gradimento è sempre stato alto è nel complesso ha totalizzato ben 7,5 milioni di esemplari.

Destinata al mercato italiano, l’esemplare da record è una versione City Cross 1.2 da 69 CV. Storicamente il modello ha spesso anticipato i tempi. La mitica Panda 4×4 del 1983 è stata la prima city-car a trazione integrale e nel 1986 è stata la prima ad adottare un motore diesel. Anteprime storiche, che l'hanno resa leader del suo segmento. Tanto che la seconda generazione nel 2004 è stata la prima del suo segmento a vincere il premio di Car of the Year.

I primati sono tanti. Nel 2006 ha anticipato, ancora una volta, le tendenze. Prima auto del Segmento A con un, efficiente, impianto a metano montato in fabbrica. Disponendo comunque di un bagagliaio adeguato, perchè le bombole sono state alloggiate nel vano che sulla 4x4 ospitava il differenziale posteriore. Un successo che è andato ben oltre la nicchia: in dieci anni sono state vendute 300.000 Panda Natural Power a metano. Tutt'ora la piccola è disponibile in quattro alimentazioni, Metano, GPL, benzina e diesel, come nessuna altra concorrente. Sempre apprezzata nella versione 4x4. E probabilmente nel 2020 sarà una delle prime Fiat a usare un powertrain con un sistema mild-hybrid. Con l'abbandono dello storico 1.3 diesel Multijet.