Colpo di reni, per diventare la Seat stradale più potente di sempre. Leon Cupra R va oltre i 300 cavalli della sportività Cup Racing di base, ne trova 10 extra ai 6.500 giri/min del contagiri, grazie a una mappatura del motore 2 litri TSI rivista. Lo fa in abbinamento alla trasmissione manuale 6 marce, poiché l'alternativa con cambio DSG replica i valori della versione ristilizzata. Tanto altro, però, contribuisce a riempire di significato quella "R".

La tiratura limitata, anzitutto. Sono 799 gli esemplari previsti, di cui 300 con cambio doppia frizione. Racconta anche di un carreggiate ampliate - 153 centimetri l'asse anteriore e 159 centimetri al posteriore - freni Brembio con dischi da 370 mm (+30 mm), supporti motore e del cambio irrigiditi e, soprattutto, angoli caratteristici delle sospensioni rivisti.

Il camber negativo delle ruote anteriori è di -2°, uguale valore al retrotreno, scelta destinata a incrementare la rapidità di inserimento in curva. A richiesta, sarà possibile abbinare ai cerchi da 19 pollici un treno di gomme Michelin Pilot Sport Cup 2.

Dinamica di marcia che trae vantaggio del differenziale autobloccante a controllo elettronico, in grado di trasferire fino alla totalità della coppia alla ruota anteriore con miglior aderenza. Se la trasmissione DSG 6 marce cede 10 cavalli alla versione manuale, beneficia però di un profilo di cambiata più aggressivo nella modalità Sport e Cupra R del selettore Cupra Drive Profile: cinque le modalità previste – Comfort, Sport, Eco, Individual, Cupra -; settaggio Cupra R che incrementa anche il regime del minimo, per stabilizzare l’ago del contagiri tra gli 800 e i 1000 giri/min. Profili di guida che incidono anche sulla taratura delle sospensioni, con DCC di serie.

Leon Cupra R sarà immediatamente riconoscibile senza dover cercare la lettera magica sul portellone. Sono anzitutto gli accenti color rame a definirla. Look che prevede le razze dei cerchi, i profili sul paraurti, le calotte degli specchietti, il logo Seat, nell’inedita colorazione, abbinata a tre tinte carrozzeria: Nero Midnight, Grigio Pirineos e, al debutto su un modello della casa di Martorell, il grigio Matte (opaco).

Seat Leon Cupra, il restyling fa "300": primo test

Tra estetica e funzionalità si collocano i dettagli in fibra di carbonio. Personalizzano lo spoiler posteriore, le minigonne, l’elemento a mo’ di diffusore sul paraurti posteriore e quello anteriore. Le forme riviste assicurano soprattutto un miglioramento dell’efficienza aerodinamica rispetto alla Leon Cupra pari al 12,5%.