Una coincidenza, oppure la prova che il debutto di Lamborghini Urus ha colpito nel segno, accelerando le attenzioni che le altre case dell'auto di lusso stavano già dedicando ai suv sportivi ad alte prestazioni. A parlare è Gerry McGovern, capo del design di Land Rover, reduce dal successo elegante della nuova Velar e già alle prese con una sfida più complicata: “Con Range Rover possiamo offrire nuove opportunità con ulteriori derivazioni della sua gamma”.

Esiste già un luogo per quelle che McGovern definisce “esplorazioni”, ovvero la divisione Special Vehicle Operations (SVO) Jaguar Land Rover inaugurata nel luglio del 2016 nel cuore delle Midlands, e che si occupa attualmente di veicoli su misura, con standard ulteriori di prestigio o potenza. Ma a chiudere il cerchio c'è anche un nome registrato da pochi mesi, “Range Stormer” , esattamente come la concept car che nel 2004 fece da preludio alla Range Rover Sport.

La Stormer aveva tre porte, con una formula sportiva che Land Rover sembra intenzionata a riproporre non come vertice ideale della gamma Range Rover, ma come una derivazione autonoma realizzata in piccola serie proprio dalla Special Vehicle Operations. “La buona notizia è che SVO è un business autonomo che non richiede grandi numeri di produzione ed è più facile creare dei business case”, ricorda alla stampa britannica Gerry McGovern.

Del resto, Stormer si richiamerebbe perfino al passato che conta di Range Rover, quando questo modello nacque originariamente come una vettura a tre porte, tutto questo tenendo stretta la marcatura su Urus e Bentley Bentayga, ma soprattutto la prossima Rolls-Royce Cullinan. Il tutto, tassativamente, con un prezzo non inferiore a 200.000 sterline.