AT-M6, All Terrain MegaCaliber Six. Il nome già dice molto agli appassionati della saga di Star Wars, alle prese con l'attesa per il debutto dell'ottavo film The Last Jedi, in uscita nelle sale italiane il 13 dicembre. Il clima è quello di un lancio importante, che vede ancora una volta Nissan legata alla LucasFilms in una collaborazione che produce frutti automobilistici vistosi. Anche oltre le previsioni, se è vero che l'AT-M6 è l'erede naturale del quadrupede imperiale AT-AT già visto nella prima trilogia della serie, quindi una delle immagini più iconiche di tutta la storia di Guerre Stellari. 

L'AT-M6 nel film è una sorta di elefante meccanico equipaggiato con un cannone super calibro 6, ma nel mondo reale diventa una elaborazione curata a livelli maniacali dalla Vehicle Effects, l'azienda californiana specializzata nell'inventare mezzi ad uno cinematografico, comprese le vetture impegnate da sempre nelle serie Fast and Furious e nelle avventure ispirate dai personaggi della Marvel.

Nissan Titan è di suo un pick-up non piccolo, dal peso originale di 2,3 tonnellate, ma che in questa edizione sfiora i 3.000 kg per via di una caratterizzazione molto curata. La maggior parte degli elementi sono stati realizzati in alluminio, con l'aggiunta di dettagli stampati in 3d, per costruire una sagoma che ricordasse l'abitacolo dal quadrupede nella bombatura del cofano, e poi aggiungendo ben quattro cannoni sul frontale. Tutto è stato ricreato con una lavorazione di livello cinematografico, comprese le verniciature che riproducono l'usura del mezzo in territorio da combattimento. Impressionante poi il modo con cui è stato riprodotta la gobba sulla schiena caratteristica dell'AT-M6, con un grosso elemento che occupa il cassone del Titan dal quale spunta il celebre cannone super calibro 6.