Polo GTI taglia per la prima volta il traguardo dei 200 cavalli. Potenza inimmaginabile nel 1979, quando venne presentata la prima GT (senza la “I”), capace di erogare ben 60 cavalli. Che per l’epoca erano davvero tanti per un’utilitaria. 

Svelata durante l’ultima edizione del Salone di Francoforte si appresta al debutto, le vendite partono nel primo trimestre 2018, contestualmente al lancio della Polo R5 che correrà il campionato Wrc2.  

Rispetto a quanto anticipato a Francoforte la novità di rilievo riguarda non solo il “quando” ma anche il “quanto”: 25.500 euro. Cifra che consente di mettere le mani sulla GTI più potente di sempre, equipaggiata col motore TSI 2.0 che raggiunge l’apice in un range di regimi compreso fra 4.400 e 6.000 giri. Sviluppando già a 1.500 giri una coppia massima di 320 Nm sull’asse anteriore. Da gestire con cambio automatico DSG a 6 rapporti, per scattare da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi, raggiungendo una velocità massima di 237 km/h.

Numeri di rilievo per il segmento, così come la dotazione di serie, che comprende cerchi specifici da 17 pollici, doppio terminale di scarico cromato, pinze freno rosse e spoiler posteriore nero lucido. Gli interni beneficiano degli aggiornamenti ricevuti da tutta la gamma, con il sistema di infotainment da 8 pollici, affiancato dall’Active Info Display da 10,25 pollici, cui è possibile aggiungere il sistema di ricarica wireless per smartphone e il sound system Beats da 300 watt. Una contemporaneità che si sposa a dettagli squisitamente vintage e inconfondibilmente GTI, quali il rivestimento a quadretti dei sedili e il badge e lettere rosse sulla calandra.

E se siete curiosi di sapere come va non perdete l’esclusivo primo test in uscita sul numero di Auto in edicola dal 15 gennaio.