Ha i tratti dei fratelli maggiori, Edge e Kuga, richiami stilistici che migliorano nettamente il look di nuova Ford EcoSport, pronta a scendere in strada e rilanciarsi nella partita tra i suv di segmento A. Tante novità, oltre al rinnovamento del frontale: dai fari - abbinata di luci diurne a led e proiettori HID (xeno) - alla calandra. Anzitutto, motore turbodiesel EcoBlue. Un millecinque che introdurrà EcoSport alle quattro ruote motrici, a metà 2018: 1.5 declinato in versione 125 cavalli e 300 Nm, accoppiato a un cambio manuale 6 marce.

Non mancherà la variante due ruote motrici, trazione anteriore che rinuncia al trasferimento intelligente Ford All Wheel Drive, in condizioni di perdita di aderenza dell’anteriore: bastano 20 millisecondi per ripartire la coppia al 50% tra i due assi. L’EcoBlue adotta il ricircolo dei gas di scarico con raffreddamento integrato nel gruppo dell'elettrovalvola, turbocompressore a bassa inerzia e aspirazione rivisitata con collettori integrati.

Altra proposta turbodiesel, il TDCi 100 cavalli di pari cubatura, due ruote motrici e cambio manuale 6 marce, per consumi limitati a 4,1 litri/100 km nel ciclo misto. Subito su strada, dal lancio. Sul fronte delle unità benzina, l’EcoBoost 1.0 fa man bassa e si presenta in versione 125 e 140 cavalli, il primo con la possibilità di adottare il cambio automatico 6 marce in alternativa al manuale, con un aggravio di 0,6 litri/100 km sui consumi dichiarati, rispetto al dato di 5,2 litri/100 km nel misto.

I rinforzi, sotto forma di una terza proposta EcoBoost, arriveranno a metà 2018, con il 100 cavalli 1.0. E’ tempo di presentarsi nelle concessionarie per nuovo Ecosport - che verrà assemblato in Romania -, in tre allestimenti, che ricalcano l’offerta Ford Fiesta. Si parte dal gradino d’accesso Plus, con un prezzo d’attacco fissato in 18.750 euro, proseguendo ai 22.000 euro di EcoSport Titanium, per raggiungere i 24.250 euro di EcoSport ST-Line. Quest’ultimo, il più caratterizzato nei dettagli. Dinamismo extra sotto forma di cerchi da 17 pollici bruniti, barre sul tetto, possibilità di accostamento bicolore tra le 12 tinte carrozzeria e il nero su tetto, montanti e calotte degli specchi.

Le minigonne, i paraurti specifici, le plafoniere dei fari nere, insieme a interni con rivestimento parziale in pelle e abbinamento a Miko Dinamica (pelle scamosciata ecologica), volante sportivo, completano la personalizzazione dell’allestimento.

Grandi novità, oltre il propulsore 1.5 litri EcoBlue, sul suv urbano arrivano dal comparto infotainment. Il SYNC 3, con comandi vocali e compatibilità Android Auto e Apple CarPlay, è completo di touchscreen capacitivo da 8 pollici, alternativa alla versione da 6,5 pollici. L’audio premium è firmato B&O, con 10 altoparlanti. Debutta la telecamera posteriore per le manovre di parcheggio e il cruise control con limitatore di velocità, in un corredo di sistemi di assistenza alla guida che comprende anche il monitor per l’angolo cieco. L'automatismo legato all'accensione dei fari e l'azionamento dei tergicristalli fa parte della dotazione come gli specchietti ripiegabili elettricamente e riscaldabili.

Confermata la possibilità di avere, a richiesta, la ruota di scorta installata sul portellone posteriore, che dà accesso a un vano da 334 litri di volume, con fondo posizionabile su più livelli.