Per il 2018 DS ha preparato un calendario vintage, realizzato in 500 copie, che ricorda il mito della DS originale, che si pronuncia “déesse”, che non caso significa dea. Modello che fu icona di stile e che negli anni Sessanta, a fianco di tante stelle. Il DScal2018 è a cura del Centro Documentazione Storica Citroën & DS ha pubblicato.  Stampato con tecniche di fine art su carta patinata con verniciatura lucida che valorizza le sole immagini dei dodici mesi, DScal2018 è disponibile in 200 copie sull’e-shop del Centro Documentazione Storica Citroën & DS. 

Il calendario è stato realizzato in Toscana, tra la Val D’Orcia e la Val di Chiana: ogni mese presenta un aforisma dedicato alla bellezza. Le modelle sono la bionda Martina Biagianti e la mora Benedetta Erbetti in compagnia di sei ID e DS arrivate da Italia e Svizzera.

Nel DScal2018 c’è un omaggio alla storia tra DS e la fotografia.A partire dal 1955, quando la DS 19 arrivò sul palcoscenico del Salon de l’Auto di Parigi accompagnata da due importanti servizi fotografici: quello realizzato per Paris Match, il celebre tabloid francese cui fu concessa l’esclusiva del lancio della vettura, e quello che Robert Doisneau realizzò in un parco di Parigi.

La protagonista su Paris Match era Gina Lollobrigida. La Lollo era la “madrina” della nuova automobile. La presenza dell’attrice italiana in luogo di una bellezza francese, fece scandalo a Parigi. Le foto di Doisneau fecero rapidamente il giro del mondo. Quella dove il volto sorridente della mannequin si confronta con il frontale della Dea DS divenne un’autentica icona.

Dal 1958 la grafica delle spettacolari brochure DS fu affidata alla supervisione dell’editore - pubblicitario Robert Delpire, che seppe esaltare mirabilmente gli avanzatissimi concetti tecnologici e stilistici della DS attraverso l’occhio di famosi fotografi e stilisti.

Le foto scattate da William Klein in giro per Parigi a bordo di una delle primissime DS Décapotable nel 1960, riempirono una ricercatissima brochure dedicata a questo modello, dove le sole immagini, panoramiche campeggiavano sulle pagine aperte, stampate su pregiata carta pergamenata ed accompagnate da aforismi dedicati al lusso e alla bellezza: i due elementi ben sintetizzati nelle cabriolet DS.