#timetofocus. Ford presenta la quarta generazione della sua compatta Focus in edizione camouflage e con un hashtag che non lascia molti dubbi sulla importanza del modello per il marchio dell'Ovale Blu. Poco mascherate le forme, molto chiare anche le intenzioni della nova vettura, destinata a rilanciare Ford in un segmento diventato estremamente competitivo e soprattutto contaminato da formule di carrozzeria che avvicinano sempre più le compatte alle Sport Utility.

Dunque spazio non ad una sola Focus, ma a due edizioni e ben distinte, con una gamma tradizionale affiancata dalle varianti lusso Vignale e poi da quella sportiva ST-Line, e poi la novità di Focus Active, più rialzata da terra e maggiormente caratterizzata in chiave SUV, tanto da far intuire l'utilizzo di un sistema di trazione integrale mutuato da quello della attuale Focus RS.

Utilizzando praticamente le stesse dimensioni in lunghezza e larghezza della versione attuale, la carrozzeria della Focus quarta generazione appare più levigata e aerodinamica, con la novità di un passo maggiorato che permette di ricavare più spazio per l'abitacolo e dunque il confort di bordo.

Non mancano conferme circa l'utilizzo del sistema di intrattenimento Sync 3,la piattaforma Ford di riferimento che nella sua ultima generazione dovrebbe fare un uso ancora più intensivo dei comandi vocali.

Sul fronte delle motorizzazioni, al gamma Focus dovrebbe far conto sull'unità EcoBoost 1.0 litro affiancat dal nuovo tre cilindri EcoBoost da 1.5 litri, con il classico 2.0 litri a completare l'offerta a benzina. Alla voce gasolio Focus dovrebbe utilizzare i propulsori 1.5 e 2.0, mentre tra gli optional è prevista la trasmissione automatica a doppia frizione Powershift a 6 marce.

Ford Focus quarta generazione sarà presentatatA ufficialmente in occasione del prossimo Salone dell'Auto di Ginevra in marzo, mentre l'avvio delle vendite è previsto per l'estate.