Un annuncio tira l’altro, come le ciliegie. Tutte, rigorosamente, elettriche o quantomeno ibride. Prima la cerimonia di Monaco, quasi alla vigilia di Natale, con i quattro cilindri della sede BMW Welt (alti 99 metri) illuminati come fossero pile accese per festeggiare il traguardo prefissato a inizio 2017 e cioè la consegna di 100.000 veicoli elettrificati BMW. Ora l’annuncio della prossima sfida che sposta l’asticella ancora più in alto: raggiungere la quota di 500.000 veicoli elettrici o ibridi plug in venduti entro al fine del 2019
 
L’annuncio fatto in un’intervista ad un settimanale tedesco dal CEO di BMW, Harald Kruger, tiene conto che dall’introduzione della i3 nel 2013, la Casa di Monaco ha venduto 200.000 veicoli elettrificati. Il che tradotto in numeri significa che BMW per raggiungere l’asticella autoposta deve venderne altri 300.000 in due anni pieni (2018-2019).

Mission impossible? Probabilmente no, perché come ripetuto a più riprese BMW è pronta ad ampliare la gamma dei suoi veicoli elettrificati per portarla entro il 2025 a 25 modelli “green” con un range di autonomia fino a 700 km. Ma è indubbio che per centrare il target, in attesa dei nuovi modelli, BMW punti come quest’anno a massimizzare la resa della i3 anche in versione s e della Serie 2 Active Tourer Plug-IOn Hybrid che già gli hanno regalato, almeno in Europa una quota del 21% tra le auto elettrificate.