Ford Mustang Eleanor, un pezzo di storia del cinema tornerà su strada. Non è quella, mitica, di Bullit con Steve McQueen, che rivaleggiava in una mitica sequenza con la Dodge Charger.

La Mustang Eleanor è stata protagonista dei due “Fuori in 60 secondi”, l’originale del 1974 e il remake del 2000, film di azione molto apprezzati: l’ultimo se lo ricorderanno in molti, avendo avuto come protagonista Nicholas Cage. I modelli della fastback che sfrecciavano nell’episodio più recente erano (sono) una versione GT500 del 1973 profondamente modificata. E i collezionisti in questi anni hanno fatto follie per accapararseli, spendendo anche un milione di dollari. E la domanda è sempre aumentata.

Ma la Eleanor è sottoposta a copyright e solo con un accordo con la Fusion Motor Company è stata concessa la licenza l’iconica vettura. Le nuove Mustang avranno un aspetto identico a quelle del lungometraggio. Ma saranno personalizzabili nelle dotazioni: con un prezzo a partire da circa 157.000 euro.

I propulsori sono opera di Roush Engines: abbinabili con cambi automatici e cinque e sei marce o un automatico. Il motore potrà essere un V8 Coyote da 450 cavalli (600 sovralimentato), oppure un 427 Srxe da 480 cv (560 con compressore volumetrico). Per chi vorrà esagerare con i burn-out c’è un moderno V8 a iniezione diretta sovralimentato che eroga 750 cavalli: ma servono 19.500 dollari in più.

La Ford Mustang GT500 Eleanor  all’interno può essere dotata di sellerie in pelle, schermo touch screen. A richiesta anche l’assetto regolabile.