Così uguali, eppure, così diverse. Fiat 500 ha connotati differenti nella tecnica, ancor prima che stilistici, a seconda che la si acquisti entro i confini nazionali o al di là dell'Atlantico. Il model year 2018 è già ordinabile nelle concessionarie statunitensi, arriverà su strada nel secondo trimestre dell'anno e lo farà con una gamma interamente composta da motori turbo. E' necessario scomodare l'offerta Abarth 595, in Italia, per trovare il cuore MultiAir 1.4 litri, declinato in diversi livelli di potenza: 145, 160, 165, 180 cavalli. Negli USA, Fiat 500 Abarth 2018 sfoggia il turbo benzina nello step intermedio da 160 cavalli e valori di coppia variabili, a seconda che si scelga la trasmissione manuale 5 rapporti – nel qual caso si raggiungono i 230 Nm – oppure, il cambio automatico Aisin sei rapporti: 248 Nm.

L'alternativa alla Abarth è in Fiat 500 Pop o Lounge, entrambi gli allestimenti motorizzati dal turbo 1.4 litri MultiAir da 135 cavalli e 203 Nm di coppia motrice, indipendentemente dalla trasmissione selezionata. Una potenza 30 cavalli superiore alla proposta più vivace disponibile in Europa, i 105 cavalli e 145 Nm del bicilindrico TwinAir. 

Al Salone di Chicago, l'intera gamma aggiornata - priva dei contenuti di stile della 500 restyling europea - ha fatto il proprio debutto svelando una dotazione di base composta dai cerchi in lega da 16 pollici, con il set da 17 pollici offerto su 500 Abarth, quest'ultima caratterizzata dallo scarico sportivo, ESC a tre stradi, tasto Sport Mode, sospensioni modificate nella taratura e una giornata in pista inclusa nel prezzo.

Esteriormente, tanto Fiat 500 Pop che Lounge 1.4 MultiAir avranno la scritta Turbo applicata al portellone posteriore. Una sovralimentazione che opera a una pressione di 1,24 bar. Accanto alla carrozzeria berlina, l'offerta si riflette nella variante Fiat 500C. Confermata anche la presenza dell'elettrica Fiat 500e.