Via del Dragone. Porta del Paradiso. Sono strade e percorsi reali. Affrontati e scalati da Range Rover Sport P400e. Ibrida plug-in da 404 cavalli, un sistema ottenuto dai cavalli termici del 2 litri turbo Ingenium benzina e la scossa elettrica dell'unità motrice da 116 cavalli. Resta, ancor prima, un fuoristrada in grado di misurarsi con l'estremo. Affrontare una scalinata non rende bene la portata della Dragon Challenge. 

Dire di 999 gradoni disposti per tracciare una pendenza di 45 gradi (100%) cambia la prospettiva. Un esercizio portato a termine in Cina, dopo aver affrontato gli 11.300 metri della Tianmen Mountain Road, novantanove curve che non lasciano respiro e assicurano un volante mai dritto. Arrivati ai piedi della Porta del Paradiso (anche Porta del Cielo), lo squarcio nella roccia da conquistare. Una caverna naturale ad arco, a quota 1.519 metri slm, indicata sulla cartina geografica vicino a Zhangjiajie. Coordinate utili per organizzare un viaggio.

Vi sarà precluso quanto concesso a Range Rover Sport, guidata da Ho-Pin Tung, pilota di riserva Jaguar in Formula E, nonché vincitore di Classe LMP2 alla 24 Ore di Le Mans 2017 con il team Jackie Chan DC Racing. «Ho provato la Formula E, la Formula 1 e ho vinto la 24 Ore di le Mans, ma questa è stata senza dubbio una delle sfide al volante più impegnative mai affrontate. La Range Rover Sport PHEV si è comportata brillantemente, ha dato una fiducia concreta lungo la strada di montagna e si è arrampicata sui gradoni della Porta del Paradiso senza fatica», le parole del pilota.

Esemplare di serie, Terrain Response 2 in modalità Dynamic per danzare tra le 99 curve, ha trovato il grip necessario regolando il selettore e la pressione delle gomme per giungere al traguardo più spettacolare tra le sfide affrontate, la Dragon Challenge.