L' esperienza di un giorno di guida in pista diventa una forma di divertimento al massimo livello tecnico. Questo il messaggio delle Porsche Club Interseries, quattro eventi nei maggiori circuiti italiani riservati ai soci dei club italiani e internazionali, di cui Auto è partner. Il via sabato 10 marzo via all'autodromo Taruffi di Vallelunga, con calendario 2018 che prevede ancora una sessione in notturna sulla pista di Misano Adriatico il 21 aprile, seguita dagli appuntamenti di Monza il 26 maggio e dal gran finale del 10 novembre sulla pista Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Le Interseries, giunte al secondo anno di vita, sono state originariamente promosse dai Porsche Club Roma e da quello della Campania, a cui da quest'anno si sono aggiunti anche i Porsche Club Puglia e quello Piemonte e Liguria. Non gare, ma esperienze di guida al massimo livello, con sessioni cronometrate e strutturate, ovvero con la partecipazione di non più di 25 vetture contemporaneamente sul tracciato. Nelle Porsche Club Interseries si impara, grazie all'assistenza della Porsche Experience, il gruppo di istruttori della scuola di pilotaggio che fa riferimento diretto al marchio di Stoccarda e alla sua filiale italiana, sotto la cui egida si muovo tutti i Porsche Club del nostro paese.

Del resto, il successo della prima tappa a Vallelunga ha dimostrato che la formula funziona. Oltre 70 le auto ammesse al primo appuntamento delle Porsche Club Interseries, con un primo gruppo di vetture “classic” con in prima fila le 911 storiche, affiancate dalle recentissime 718 Cayman e Boxster. Oltre la soglia dei 300 cv, un secondo raggruppamento con Cayman GT4 e Porsche 911S e GTS, fino a 450 Cv. Naturalmente in cima alle attese, il plotone di ben 24 esemplari di 911 GT3, con motore 6 cilindri Boxer aspirato da 3,8 e 4 litri di cilindrata, ovvero fino alla soglia dei 500 cv di potenza.