Infiniti avrà la sua F1 da strada. Ma a un prezzo, e giocoforza una potenza, inferiori a quella di hypercar come Mercedes-AMG Project One.

La concept di Q60 Black S s’è vista al Salone di Ginevra del 2017. Ad inizio autunno a Parigi potrebbe essere svelato uno step ulteriore del modello. Che però potrebbe arrivare sul mercato nel 2020.

Il know how Infiniti lo sta attingendo dal Team Renault, storico protagonista in Formula Uno. Il nodo del powertrain, che fornirà il plus alla vettura sarà relativo al recupero dell’energia. Che letteralmente è il sistema ERS (Energy Recovery System), paragonabile a quello usato dalle monoposto.

Infiniti non ha intenzione di proporre un modello esclusivo, ma una granturismo dotata di una tecnologia avanzata e che possa essere venduta a una cerchia abbastanza larga di clienti. Fedele agli obiettivi del Marchio di aumentare le vendite e la percezione del prestigio acquisito.

I rumors sono arrivati dal sito australiano Car Advice. Che, sul posto per il GP di F1 a Melbourne, ha fatto due domande a Tommaso Volpe, Director Global Motorsport and Performance Projects. Che ha illustrato gli scenari come prossimi. Il prototipo sta per essere completato.

Si tratterà di una sportiva a livello di BMW M3/M4 o di Giulia Quadrifoglio. Ma ibrida, con una potenza complessiva intorno ai 500 cavalli. Erogata dal V6 di 3 litri birturbo Infiniti in sinergia col sistema ERS che dovrebbe dare un boost del 25%, circa 100 cv.