E' rally e pista insieme, il mondiale Rallycross. Traversi tra asfalto e sterrati, con la differenza dell'anello di un circuito al posto della prova speciale. Potenze in gioco degne delle Gruppo B degli anni Ottanta e progetti estremi nel look. Come l'ultima realizzazione firmata Prodrive, per il team di Guerlain Chicherit. Due Renault Megane RS RX, affidate al francese celebre per le sue avventure alla Dakar, dopo i successi con gli sci ai piedi.

Della Megane RS sviluppata da Renault Sport restano il telaio, la portiera del guidatore e il tetto. Il resto è una libera evoluzione curata dall'azienda inglese. Materiali compositi per la carrozzeria, aerodinamica studiata con simulazioni di fluidodinamica computazionale, ala posteriore in fibra di carbonio e le esigenze di raffreddamento del motore 2 litri anch'esse ottimizzate al CFD. Sovralimentato mediante turbocompressore Garrett, sviluppa oltre 600 cavalli – soglia fissata dal regolamento tecnico – con una flangia sull'aspirazione da 45 millimetri di diametro.

Il mix anglo-francese dice adieu al motore di serie e la disposizione anteriore trasversale, per ricorrere all'unità sviluppata da Prodrive, con elettronica Cosworth, un quattro cilindri disposto longitudinalmente per migliorare l'accentramento delle masse. Il cambio è un sequenziale Xtrac a 5 rappori, scatola alla quale sono ancorate le pinze dei freni anteriori. Già, perché nella ricerca all'ottimizzazione del baricentro e la riduzione delle masse non sospese, in Prodrive hanno sviluppato freni “entrobordo”, riprendendo un'idea che gli appassionati ricorderanno adottata già dall'Alfasud.

Renault Megane RS, la cattiveria è di serie: prova in pista

Quelli posteriori vedono le pinze ancorate alla scatola del differenziale. Grazie a questa disposizione tecnica, è stato possibile contenere le masse non sospese ai quattro angoli in appena 30 kg, tra cerchi ultraleggeri e mozzi “sollevati” dallo stress generato da una disposizione classica dell'impianto frenante. Capitolo sospensioni: diversamente dalla concorrenza, Renault Megane RS RX elaborata Prodrive punta su quattro quadrilateri deformabili in luogo di quattro McPherson. Il vantaggio di una maggior precisione e stabilità sui curvoni veloci, legati ad angoli di camber negativo più accentuati. Prima tappa del mondiale nel week end del 13 e 14 aprile in Spagna.