Dieci anni sulla scena e un passo d'addio ormai dietro l'angolo. Dall'estate, sarà nuova Jeep Wrangler. Quarta generazione, sostaziale progresso che conserverà solo la specializzazione assoluta nell'affrontare i terreni più impervi e gli stilemi essenziali Jeep nel passaggio. Il modo migliore di salutare la Wrangler JK è attraverso tre limited edition, versioni ciascuna con una caratterizzazione, tutte motorizzate dal turbodiesel 2.8 litri da 200 cavalli, accoppiato al cambio automatico 5 marce. Contenuti diversi hanno Wrangler Golden Eagle, Wrangler JK Edition e Wrangler Rubicon Recon. La prima, l'aquila applicata sul cofano e il tema dei particolari color bronzo ad avvicinarla idealmente alla CJ-7 che segno un'evoluzione importante per Jeep tra gli anni Settanta e Ottanta: introdusse il cambio automatico e, per farlo, estese la distanza tra gli assi.

Golden Eagle sfoggia la configurazione Dual Top: capote in tessuto color Tan o hard-top in tinta con la carrozzeria. Offerta sia con carrozzeria 3 porte che 5 porte, monta specifici cerchi in lega da 18 pollici, una piastra protettiva del sottoscocca Mopar, passaruota in tinta, interni in pelle tecnica McKinley e cuciture color bronzo. La multimedialità è coperta dall'audio Alpine, uno schermo da 6,5 pollici e lettore DVD, MP3 e CD. Il prezzo di Wrangler Golden Eagle 3 porte è di 47.750 euro, 51.000 euro la Unlimited.

Da un richiamo che è omaggio al passato, al tributo JK Edition, sviluppato partendo dall'allestimento Sahara ed esclusivamente in configurazione Unlimited. Cambia il disegno dei cerchi in lega, sempre da 18 pollici, la tinta carrozzeria è, a scelta, tra nero, Rhino e Chief, ciascuna abbinabile all'hard top bianco con copriruota di scorta rigido nello stesso colore o in tinta con la carrozzeria. La decalcomania sul cofano Golden Eagle lascia spazio alla scritta Wrangler, applicata sul Power Dome con ampi sfoghi d'aria. Gli inserti color bronzo vengono rimpiazzati dalle applicazioni silver, anche a bordo, tra sedili in pelle nera e un quadro strumenti che riporta il badge numerato progressivo della Wrangler JK Edition in questione. Solo 1.250 esemplari destinati all'area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa), con un prezzo di listino di 51.000 euro.

Ultima Wrangler da collezionare, quella che più di altre riprende l'habitat naturale: l'off-road. Rubicon Recon va oltre i dettagli estetici, oltre le decalcomanie sul cofano Power Dome, i cerchi da 18 pollici, il Dual Top. C'è la sostanza degli assali Dana 44 a bloccaggio elettronico e rinforzati, la scatola di rinvio Rock-Track con ridotte 4-Low da 4:1, protezioni supplementari in ghisa per i differenziali, un cruscotto con le indicazioni sul funzionamento della trasmissione, le modalità d'impiego dei differenziali e delle barre stabilizzatrici. Wrangler al cubo, se possibile. Tanta è la specializzazione nel fuoristrada più arduo.

Nuova Wrangler, con leggerezza in fuoristrada estremo

Il look, quello conta il badge Jeep sulle fiancate con sfondo rosso, i sedili in pelle nera e cuciture rosse, accostamento che ritroviamo sulle retine portaoggetti all'interno, le cinture di sicurezza, mentre i rivestimenti dei braccioli sulle portiere e la console sono in vinile. Il volante in pelle, la multimedialità con lettore DVD, CD, MP3 e schermo da 6,5 pollici, l'audio Alpine con subwoofer, chiudono il racconto di un'edizione offerta esclusivamente in versione Unlimited, a 51.000 euro, con 5 tinte carrozzeria a scelta: nero, Bright White, Gobi o Granite Crystal.